Percorso:ANSA > Salute Bambini > Speciali ed Eventi > Progetto Eurobis a Perugia, passeggiata con i cani del canile

Progetto Eurobis a Perugia, passeggiata con i cani del canile

Per promuovere uno stile di vita sano e rispettoso animali

31 maggio, 11:19
Progetto Eurobis a Perugia, passeggiata con i cani del canile Progetto Eurobis a Perugia, passeggiata con i cani del canile

PERUGIA - Un cane, un'area verde e una buona compagnia possono innescare insieme quella sinergia vincente per stare in forma, insegnare a bambini e adulti uno stile di vita attivo e sano, oltre che per aiutare il proprio portafoglio. A farlo emergere è il progetto Eurobis ed in particolare l'originale iniziativa "Bimbi e cani, felici e sani", un progetto dove la relazione bambino-animale diventa centrale nella motivazione al cambiamento dello stile di vita e in un rapporto più consapevole e rispettoso tra uomo, bambino e animale. Il programma Eurobis, che dall'inizio dell'anno ha già coinvolto 150.000 persone, oggi ha dato appuntamento al Canile Asl di Collestrada di Perugia da dove è partita l'ultima di una serie di camminate in mezzo al verde. Portare il cane a spasso, fare una camminata collettiva nelle campagne o in mezzo al bosco, come avviene in Umbria, diventa quindi un'occasione e un pretesto per le famiglie per fare attività fisica e stare insieme. Secondo gli organizzatori ci si guadagna in salute, ma da non sottovalutare è anche il risparmio economico per famiglie e servizio sanitario nazionale.

"Abituarsi a fare movimento quotidianamente, a partire dalla più fisiologica delle attività fisiche che è la camminata, oltre che ad un notevole miglioramento della salute, porterebbe anche ad un risparmio per ogni cittadino pari a circa 400-500 euro al mese", afferma il prof. Pierpaolo De Feo, coordinatore scientifico di Eurobis e direttore del Centro universitario ricerca interdipartimentale attività motoria (Curiamo) dell'Università di Perugia. "Questo è uno dei risultati emersi - aggiunge - dall'attuazione del programma Epode in alcune città come Copenaghen, che, oltre a sottolineare il risparmio della spesa sanitaria dovuto al miglioramento delle condizioni di salute della popolazione, dimostrano anche come il beneficio economico esista anche per il singolo". Quindi il progetto Eurobis, la versione italiana del programma internazionale Epode, realizzato con il contributo incondizionante di The Coca-Cola Foundation, parte dalla constatazione che il movimento è sempre più lontano dalle abitudini delle persone. Secondo gli ultimi dati Oms, infatti, l'inattività fisica è divenuta tra i principali fattori di rischio per la salute. Eurobis, primo in Italia, è pertanto un progetto caratterizzato dall'obiettivo di ridurre il sovrappeso e l'obesità fra i bambini di 4 e 12 anni che vivono in Umbria, "migliorando così lo stile di vita dei 55 mila bambini umbri con questa età, oltre che dei loro genitori - sottolinea il prof. De Feo - considerando che il 35% di questi bambini hanno cattive abitudini alimentari, con un 9% di obesi e un 26% in soprappeso".

Eurobis è quindi un programma pilota che in Italia è partito dall'Umbria e che prevede una serie di attività e iniziative per incentivare uno stile di vita attivo, fra cui questo progetto "Bimbi e cani, felici e sani", all'interno del quale vengono organizzate una serie di passeggiate in collaborazione con ASL1 Umbria e il progetto RandAgiamo (una delle principali strategie individuate dal Piano regionale dell'Umbria per la lotta e la prevenzione del fenomeno del randagismo) con lo scopo di creare un legame emotivo tra il bambino, il cane e la natura, abituandolo al movimento all'aria aperta.

"Passeggiare con un amico a quattro zampe incentiva il movimento e uno stile di vita attivo nei bambini e nelle loro famiglie e contemporaneamente i piccoli hanno anche la possibilità di prendere confidenza con il cane e acquisire fiducia e sicurezza in se stessi", osserva ancora il coordinatore scientifico di Eurobis che poi aggiunge: "In più, il contatto tra il bimbo e il cane randagio può far instaurare un'interazione positiva che spesso ha portato all'adozione e che, di conseguenza, porta il bambino ad assumere la passeggiata quotidiana, e quindi il movimento, come un'abitudine".

Attraverso "Bimbi e cani, felici e sani" e tutte le altre iniziative realizzate anche a livello scolastico, sportivo, sanitario, istituzionale, associazionistico e comunicativo, il programma Eurobis, conclude De Feo, "si propone quindi di attivare comportamenti e abitudini virtuose non solo nel bambino, ma anche all'interno della famiglia e del contesto socio-territoriale in cui vive, operando in maniera sistematica e sinergica contemporaneamente su tre aree di intervento: psicologica, motoria e nutrizionale".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA