Percorso:ANSA > Salute Bambini > Medicina > Trapianto midollo, ora genitori sempre donatori

Trapianto midollo, ora genitori sempre donatori

Nuova tecnica italiana al Bambino Gesu'

17 giugno, 21:59
La nuova tecnica di trapianti di midollo La nuova tecnica di trapianti di midollo

Una nuova tecnica messa a punto dai ricercatori dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma permette di eseguire trapianti di midollo nei bimbi prelevandolo dai genitori. La metodologia, pubblicata su Blood, è stata già testata con successo su decine di pazienti. La tecnica consiste nel 'ripulire' le cellule del donatore, che può essere indifferentemente uno dei due genitori, eliminando solo quelle 'cattive' che causano le principali complicazioni di questo intervento. ''Con questo metodo rimane invece una grande quantità di cellule 'buone', che proteggono il paziente dalle infezioni soprattutto nei primi mesi dopo il trapianto - ha spiegato Alice Bertaina, responsabile dell'unita trapianti di midollo dell'ospedale -. Questo ci permette di ottenere una percentuale di successi del tutto simile a quella che si aveva cercando un donatore compatibile''.

Il metodo è stato testato finora su circa 70 bambini affetti da tumori del sangue e su una trentina di altri piccoli pazienti con malattie rare che coinvolgono il sangue o il sistema immunitario, dalla talassemia all'Immunodeficienza Severa.

''Con questa tecnica - ha spiegato Franco Locatelli, responsabile di Oncoematologia del Bambino Gesù - possiamo offrire la speranza di un trapianto per tutti e per tutte queste malattie. Nonostante i registri donatori e le banche di sangue cordonale, infatti, solo il 30-40% dei pazienti non trova un donatore''.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA