Percorso:ANSA > Salute Bambini > Alimentazione > I 4 vantaggi del latte materno, renderebbe anche longevi

I 4 vantaggi del latte materno, renderebbe anche longevi

Allattamento influirebbe su stato del Dna proteggendolo

09 agosto, 14:47
I 4 vantaggi del latte materno, renderebbe anche longevi I 4 vantaggi del latte materno, renderebbe anche longevi

I bambini allattati al seno hanno un sistema immunitario più sano, un punteggio piu' alto del quoziente intellettivo e anche un rischio piu' basso di diventare obesi, ma ora una nuova ricerca rivela un altro sorprendente vantaggio: i telomeri (cioe' i tratti del DNA che ricoprono le estremità dei cromosomi e che proteggono i geni da eventuali danni) sono piu' lunghi. Che si tradurrebbe, secondo una prima interpretazione, in una speranza di vivere piu' a lungo. La lunghezza dei telomeri è infatti un forte fattore predittivo della longevità. Il nuovo studio, pubblicato su The American Journal of Clinical Nutrition, suggerisce la possibilita' che la lunghezza dei telomeri possa essere decisa nei primi anni di vita. I ricercatori, che hanno seguito un gruppo di bambini dalla nascita, hanno misurato i telomeri a 4 e 5 anni di età, e hanno scoperto che i bambini che hanno consumato solo latte materno per i primi quattro-sei settimane di vita avevano telomeri significativamente più lunghi. E' questa la dimostrazione che allattare significa rendere i bambini piu' sani, ha detto il dottor Alison M. Stuebe, un esperto di allattamento al seno, che è il direttore medico dei servizi di allattamento a UNC Health Care a Chapel Hill, non coinvolto nello studio ma che ne commenta i risultati sul sito del New York Times. I ricercatori pur dicendosi fiduciosi su questa interpretazione non escludano un altra relazione meno sensazionale ma comunque interessante. Lo studio non ha stabilito se l'allattamento al seno abbia migliorato la lunghezza dei telomeri ma solo che questi sono piu' lunghi nei bambini allattati cosi'. Può essere che i bambini nati con telomeri più lunghi siano solo piu' bravi nel ''farsi allattare al seno''. L'allattamento al seno prevede infatti una partecipazione piu' attiva dei piccoli che debbono succhiare con energia il latte, rispetto al piu' passivo allattamento con il biberon dove serve meno impegno. Ci sono anche diverse possibili spiegazioni per la correlazione tra allattamento al seno e telomeri più lunghi. Il latte materno contiene composti anti-infiammatori, che possono conferire un effetto protettivo sul materiale genetico. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA