Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Sanità > Il 22 ospedali in "rosa", visite gratis per le donne

Il 22 ospedali in "rosa", visite gratis per le donne

170 strutture per la Giornata nazionale dedicata alla loro salute

21 aprile, 11:54
Il 22 ospedali in Il 22 ospedali in "rosa", visite gratis per le donne

 In occasione della prima Giornata nazionale della salute della donna il 22 aprile, piu' di 170 ospedali in Italia apriranno le porte, fino al 28, con visite e consulti clinici gratis. Le strutture saranno facilmente identificabili grazie al "Bollino Rosa", simbolo dell'iniziativa a misura di donna promossa da Onda con il patrocinio di 19 Società Scientifiche e Associazioni.

"Da oggi sul sito www.bollinirosa.it si puo' trovare l'elenco dei servizi offerti dagli ospedali aderenti all'iniziativa e le modalità di prenotazione - si legge in una nota -. L'iniziativa (H)Open Week, celebra il 22 aprile la prima Giornata nazionale dedicata alla salute della donna, istituita dal Ministro Lorenzin. L'iniziativa gode del patrocinio di numerose Società Scientifiche ed Associazioni di pazienti".

Durante la settimana verrà dedicata particolare attenzione alla sensibilizzazione, alla prevenzione e alla cura delle principali malattie femminili: "Migliorare l'accesso delle donne al Servizio Sanitario Nazionale, promuovere l'informazione sulle diverse patologie femminili per garantire un progresso nella Medicina di genere, sono tra gli obbiettivi dei 248 ospedali con i Bollini Rosa", spiega Francesca Merzagora, Presidente di Onda.

Le aree specialistiche coinvolte, spiega Francesca Merzagora, "sono: diabetologia, dietologia e nutrizione, endocrinologia, ginecologia e ostetricia, malattie cardiovascolari, malattie metaboliche dell'osso, neurologia, oncologia, reumatologia, senologia e sostegno alle donne vittime di violenza. Crediamo nel lavoro in rete di Istituzioni, Società scientifiche, ospedali, associazioni e welfare community per promuovere la salute della donna e promuovere la salute della donna significa promuovere la salute collettiva, a partire dalla famiglia."

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA