Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Sanità > Influenza: primi dati dicono che sarà stagione 'dura'

Influenza: primi dati dicono che sarà stagione 'dura'

Circola virus H3N2, quello che ha registrato maggior mortalità

09 dicembre, 21:01

Sarà una stagione influenzale ''dura'': è quanto indicano i primi dati raccolti dai Centers for disease control (Cdc) di Atlanta. Finora a circolare sono stati principalmente i virus A H3N2, che sono stati quelli predominanti nelle stagioni 2012-2013, 2007-2008 e 2003-2004, quelle cioè che hanno registrato il maggior tasso di mortalità negli ultimi dieci anni.

Ad aumentare il rischio che sia una stagione influenzale forte è il fatto che circa la metà dei virus H3N2 analizzati sono delle varianti: i virus cioè hanno subito delle mutazioni che li rendono diversi dai ceppi virali presenti nel vaccino sviluppato per questa stagione influenzale. Ciò significa che la capacità del vaccino di proteggere da questi virus può essere ridotta, anche se, assicurano i Cdc, chi è vaccinato, se infettato, avrà sicuramente una forma più lieve di influenza.

L'invito è dunque a vaccinarsi ora, se non lo si è già fatto. Un invito rivolto soprattutto alle categorie più a rischio, cioè bambini sotto i 5 anni, anziani sopra i 65 anni, donne incinta e persone con malattie croniche, come asma, diabete, malattie cardiache, polmonari e renali. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA