Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Sanità > Da metà giugno fecondazione eterologa accessibile in Italia

Da metà giugno fecondazione eterologa accessibile in Italia

Poi sarà la volta di Strasburgo su embrioni a fini di ricerca

03 giugno, 16:54
Da metà giugno fecondazione eterologa accessibile in Italia Da metà giugno fecondazione eterologa accessibile in Italia

Da metà giugno sarà possibile accedere alla fecondazione eterologa anche nei centri di fecondazione assistita italiani, sia pubblici che privati. Verrà pubblicata sulla Gazzetta ufficiale la sentenza della Corte Costituzionale che il 9 aprile scorso ha cancellato divieto di impianto di ovociti e spermatozoi esterni alla coppia. "Come prima del 2004, sarà lecita l'ovodonazione, mentre qualsiasi uomo fertile potrà donare il proprio seme", spiega Filomena Gallo segretario dell'Associazione Luca Coscioni. A dieci anni dalla legge 40, sottolinea, "nelle prossime settimane ci sono scadenze che possono rivoluzionare la legislazione italiana". Il 18 giugno, invece, presso la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ci sarà l'udienza sull'utilizzabilità degli embrioni a fini di ricerca scientifica, un pronunciamento sollecitato a partire dal caso di Adele Parrillo, la 'vedova di Nassiriya'. In autunno sarà la volta del pronunciamento della Corte Costituzionale sull'accesso alla fecondazione assistita delle coppie non sterili affette da patologie geneticamente trasmissibili, come la talassemia. In merito a questo ulteriore divieto, infatti, domani sarà pubblicata in Gazzetta ufficiale l'ultima delle ordinanze gemelle, riferita al dubbio di legittimità costituzionale sollevato dal Tribunale di Roma su caso di Valentina Magnanti e Fabrizio Cipriani.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA