Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Sanità > Bambino Gesù, nel 2012 in aumento ricoveri e interventi

Bambino Gesù, nel 2012 in aumento ricoveri e interventi

300 trapianti e scoperte in ambito genetica e malattie rare

31 gennaio, 14:49
(ANSA) - ROMA, 31 GEN - Nel 2012 l'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma ha visto aumentare rispetto all'anno precedente il numero dei ricoveri (oltre 26mila, più cinque per cento). Sono aumentati anche gli accessi al Pronto Soccorso (da 59mila visite a 71mila), e le attività operatorie sono passate da 20 a 26mila, con circa un paziente su tre (il 28% del totale) che proveniva da altre regioni italiane. E' quanto emerge dal primo bilancio sociale dell'ospedale presentato oggi a Roma.

Nel bilancio si conferma anche, per il 2012, l'elevata produttività dell'attività trapiantologica con quasi 300 trapianti effettuati, mentre sul piano della ricerca, tra i risultati più significativi ottenuti, si segnalano l'identificazione di 9 nuovi geni-malattia nel campo della genetica e delle malattie rare.

Per quanto riguarda invece le attività di accoglienza delle famiglie dei piccoli ricoverati, nel 2012 sono state garantite oltre 100mila notti gratuite negli alberghi della capitale e in altre strutture ricettive. Sono poi state effettuate oltre 1700 mediazioni culturali in 90 lingue diverse e 2500 bambini sono stati inseriti nel programma di scuola in ospedale. Nonostante la crisi, il valore aggiunto prodotto dall'ospedale pediatrico romano in termini economici, dato dal risultato tra la produzione e i costi, e' risultato pari a 153 milioni, una cifra reinvestita per il 98% sul personale e che per il restante 2%( pari a quasi 3 milioni di euro) costituisce il margine operativo lordo realizzato. "La nostra missione - ha spiegato il presidente dell'Ospedale Giuseppe Profiti - è perseguire l'eccellenza nelle cure dei piccoli degenti, cercando di accompagnare al meglio le famiglie. Anche nel contesto difficile della crisi economica, che ha visto la riduzione dei fondi disponibili per il settore sanitario, siamo comunque riusciti a raggiungere gli obiettivi prefissati e ad andare incontro alle esigenze delle famiglie".(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA