Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Sanità > Psicologia: potere porta rischi,capi troppo sicuri sbagliano

Psicologia: potere porta rischi,capi troppo sicuri sbagliano

02 marzo, 13:57
(ANSA) - ROMA, 2 MAR - Il potere puo' alimentare nei leader una sopravvalutazione delle proprie capacita' e compromettere il processo decisionale, portando verso il baratro e prendendo decisioni sbagliate. Gli esperti l'hanno chiamata over-confidence ed e' il fattore cruciale che indica quando un capo si lascia 'trasportare' dal rilievo del ruolo che occupa e questo insidia la possibilita' di prendere decisioni giuste.

L'argomento e' stato trattato in un articolo che sta per essere pubblicato su Organizational Behavior and Human Decision Processes ed e' il frutto della collaborazione tra Nathanael Fast, Niro Sivanathan della London Business School, Nicole D.

Mayer dell'universita' dell'Illinois, a Chicago e Adam Galinsky della Kellogg School of Management alla Northwestern University.

Uno degli esempi descritti dagli autori e' il caso della British Petroleum, investita nel 2009 dal disastro della piattaforma petrolifera nel Golfo del Messico. I dirigenti della Bp, secondo gli studiosi, avevano minimizzato i rischi potenziali associati al pozzo di petrolio, sostenendo che un incidente era praticamente impossibile.

Ai volontari che hanno partecipato alla ricerca, dopo aver assegnato loro dei ruoli di maggiore o minore potere, e' stato chiesto di scommettere soldi sul modo in cui avrebbero risposto ad alcune domande di cultura generale. I partecipanti con i ruoli potenti hanno perso di piu', quelli che sono stati indotti a dubitare delle proprie competenze hanno limitato le perdite. ''I leader piu' bravi - ha affermato Fast - sono quelli che si circondano di persone che possono criticarli''.(ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati