Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Medicina > Nel mondo un quarto procedure mediche è inappropriato

Nel mondo un quarto procedure mediche è inappropriato

Da endoscopie a sostituzioni anca, convivono eccessi e carenze

09 gennaio, 12:59
(ANSA) - ROMA, 9 GEN - Circa un quarto di terapie e servizi offerti da medici e ospedali nel mondo è inappropriato perchè inefficace o superfluo. La stima è contenuta in una serie speciale della rivista Lancet sul tema realizzata insieme al Lown Institute di Boston, secondo cui con gli sprechi convivono anche problemi opposti di accesso alle terapie.

Dagli articoli di 27 esperti internazionali emergono diversi esempi, dai 500mila casi di tumore della tiroide che subiscono un eccesso di trattamento ai sei milioni di cesarei di troppo, metà dei quali in Cina e Brasile, al 26% di sostituzioni dell'anca inutili in Spagna. Per l'Italia viene citato ad esempio il fatto che il 22% delle angioplastiche e il 30% delle angiografie sono inappropriate, o che il 9% dei bambini ricoverati per diarrea riceve antibiotici inutili, o ancora un uso eccessivo delle endoscopie, comune a tutto il mondo occidentale con tassi che vanno dal 16 al 33% dei casi. Fra le procedure sottoutilizzate ci sono l'uso di steroidi in gravidanza per ridurre il rischio di morte pretermine, ma anche il mancato accesso a farmaci salvavita come quelli per alcuni tumori o, in Africa, per l'Hiv. "Le terapie inappropriate sono un fenomeno comune - scrivono gli autori - i medici continuano a sottoutilizzare interventi semplici o economici, e ad utilizzare eccessivamente procedure inefficaci ma più note, lucrose o convenienti, nonostante i potenziali danni per i pazienti.

Questi due problemi si possono trovare contemporaneamente nello stesso paese, struttura sanitaria o addirittura paziente".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA