Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Medicina > Immunoterapia anche per cancro polmone e rene

Immunoterapia anche per cancro polmone e rene

Comitato Ue farmaci raccomanda estensione uso molecola nivolumab

26 febbraio, 17:24

(ANSA) - ROMA, 26 FEB - Il farmaco immunoncologico nivolumab, che agisce 'risvegliando' il sistema immunitario per combattere i tumori, potrà essere utilizzato nel trattamento di varie neoplasie: il Comitato europeo per i medicinali ad uso umano (CHMP) ha infatti raccomandato l'approvazione di nivolumab per due nuove indicazioni che riguardano i pazienti adulti con tumore del polmone non a piccole cellule (NSCLC) localmente avanzato o metastatico dopo precedente chemioterapia, e con carcinoma a cellule renali avanzato precedentemente trattato. Entrambe le indicazioni sono supportate da studi di fase III, in cui nivolumab ha dimostrato un beneficio di sopravvivenza rispetto allo standard di cura. I pareri favorevoli espressi dal CHMP passano ora al vaglio della Commissione Europea che ha l'autorità di approvare i farmaci nell'Unione Europea. Nivolumab è già stato approvato dalla Commissione Europea nei pazienti con melanoma avanzato e con NSCLC squamoso avanzato e già trattato. L'immunoncologia è considerata oggi una delle più importanti opzioni terapeutiche insieme a chirurgia, radioterapia, chemioterapia e terapie target, per alcune tipologie di tumori. Il tumore del polmone è la principale causa di morte per cancro al mondo e, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, è responsabile di più di 1,5 milioni di decessi ogni anno. Il tumore del polmone non a piccole cellule (NSCLC) è una delle forme più frequenti di questa malattia con l'85% circa dei casi.

Il carcinoma a cellule renali è invece il tipo di tumore del rene più comune negli adulti, responsabile ogni anno di oltre 100.000 morti nel mondo. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA