Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Medicina > Dalla barbabietola un 'ottimo' sostituto del sangue

Dalla barbabietola un 'ottimo' sostituto del sangue

Contiene una molecola simile all'emoglobina dei globuli rossi

07 novembre, 18:35
barbabietole barbabietole

In un certo senso si può 'cavare il sangue dalle barbabietole': una proteina della barbabietola da zucchero potrebbe divenire un ottimo sostituto del sangue, in quanto è simile all''emoglobina', la proteina dei globuli rossi che trasporta l'ossigeno a tutto il corpo. Resa nota online dalla BBC, la scoperta si deve a un team di scienziati svedesi diretti da Nelida Leiva dell'università di Lund e prende le mosse da un loro precedente studio riportato sulla rivista Plant & Cell Physiology. Gli esperti hanno scoperto che nella pianta commercialmente usata per estrarre lo zucchero è presente in quantità tutt'altro che risibili una 'versione vegetale' dell'emoglobina, molto simile da un punto di vista molecolare all'emoglobina umana. La concentrazione di emoglobina nel sangue è un parametro chiave in medicina trasfusionale: se troppo bassa, per il paziente si rende necessaria una trasfusione. Il sangue, nonostante il servizio di donazione, è un bene prezioso in ospedale, non sempre adeguatamente disponibile. Per questo si cercano sostituti idonei a fare le veci dell'emoglobina sanguigna per il trasporto dell'ossigeno nel corpo. Gli esperti hanno scoperto nella barbabietola questa 'emoglobina vegetale' e pensano che nel giro di tre anni potrebbero sviluppare un modo per ''impacchettarla'' in una forma che sia compatibile con il sangue umano e che non causi pericolosi effetti avversi. Poi bisognerà testarla, prima su maiali e poi su tessuti umani per vedere se funziona come sostituto dell'emoglobina.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA