Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Medicina > Andare per grotte, utile da circolazione a pelle

Andare per grotte, utile da circolazione a pelle

Azione drenante e decongestionante

10 luglio, 18:53
Relais San Maurizio nelle Langhe Relais San Maurizio nelle Langhe

L'ultima frontiera del benessere è l'antroterapia, ovvero apportare benessere all'organismo sfruttando le proprietà di una grotta o una caverna. Se l'ambiente è piuttosto freddo - di solito una temperatura tra i 9 e i 12 gradi - si parla di speleoterapia. Entrambe sono soluzioni curative per le vie respiratorie (riniti, allergie, asma), aumentano la circolazione sanguigna e sono un toccasana per la pelle, in quanto svolgono un'azione drenante e decongestionante, specialmente per psoriasi e dermatiti. Si tratta di attività rilassanti che prevedono di adagiarsi per circa quarantacinque minuti in una grotta caratterizzata da parametri particolari che riguardano la temperatura, l'umidità, la radioattività, la presenza di gas e di ioni termali. La classificazione più diffusa considera il tasso di umidità e la temperatura. In base a questi elementi le grotte vengono distinte in caldo-umide (grotte propriamente dette) e caldo-secche (stufe); in queste ultime il vapore si sprigiona da fenditure presenti nel suolo o nelle pareti della cavità. Le grotte caldo-umide sono spesso collegate a sorgenti idrominerali di diversa composizione chimica: acque solfuree, salsobromoiodiche, solfato-alcalino terrose etc. dove le acque minerali sgorgano all'interno saturando l'ambiente di vapore acqueo con una percentuale di umidità relativa del 98-100%. Nelle grotte secche (stufe) la terapia può essere effettuata a temperature molto più elevate (dai 50 ai 70 gradi) che rendono ancora più benefica la presenza delle sostanze sospese come zolfo, iodio, ioni, gas, sali minerali. Per provare il soggiorno nelle grotte non bisogna improvvisarsi esploratori ma si possono trovare soluzioni alla portata di tutti nelle spa più avanzate. La più suggestiva è la grotta millenaria ( più grande d'Europa) di Grotta Giusti Natural Spa a Monsummano Terme (Pistoia) , suddivisa in tre sale, Paradiso, Purgatorio e Inferno, caratterizzate ognuna da temperature diverse nelle quali ci si può fermare e godere degli effetti benefici dei vapori termali e delle sue acque salso-solfato-alcalino-terrose, efficaci per curare le malattie dell'apparato respiratorio, muscolare e circolatorio. I benefici della grotta sono anche il punto di partenza del programma Longevity, ideato in esclusiva dal centro benessere toscano per affrontare l'invecchiamento con un approccio equilibrato e multidisciplinare che va dal termalismo all'alimentazione alla nutriceutica. Il Relais San Maurizio a Santo Stefano Belbo (Cuneo) ha una grotta ricca di magnesio, sodio, rame, dalle proprietà antinfiammatorie e tonificanti. Nella Vip Suite Terra all'interno del CastaDiva Resort sul lago di Como si trova una vera e propria grotta termale in cui purificare il corpo e lo spirito con i vapori del bagno di tepore, la pioggia tropicale e la nebbia fredda del Bagno Romano. E in Engadina la cavità della Krononhof Spa ricrea gli effetti positivi delle atmosfere minerali sotterranee. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA