Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Medicina > Salute: disturbi voce in aumento, colpito 30% insegnanti

Salute: disturbi voce in aumento, colpito 30% insegnanti

Con cellulari corde vocali non riposano. 15/4 Giornata mondiale

12 aprile, 17:11
(ANSA) - MILANO, 12 APR - Ad avere problemi con la voce e le corde vocali non sono solo cantanti e attori, ma anche il 30% degli insegnanti. Complessivamente le patologie della voce sono in aumento, soprattutto per chi la usa per lavoro, come venditori, operatori dei call center, addetti agli sportelli, istruttori di nuoto e di ginnastica. A fare il punto sono gli esperti del Policlinico di Milano, in occasione della IV Giornata mondiale della voce che si celebrera' il 15 aprile.

Le patologie della voce colpiscono anche fuori dalle categorie a rischio, quando l'abitudine porta a sforzare la voce in modo eccessivo e senza un reale motivo. ''Viviamo in una societa' in cui il rumore di fondo e' in costante aumento - spiega Giovanna Cantarella, dell'unita' di otorinolaringoiatria della Fondazione Ca' Granda Policlinico di Milano - e per farci sentire siamo costretti ad aumentare il volume della nostra voce per sovrastarlo. E non ci concediamo pause adeguate di riposo vocale: un tempo, in auto o in treno, le corde vocali godevano di momenti di riposo. Adesso anche in queste situazioni trascorriamo molto tempo parlando al cellulare''.

Inoltre la tensione emotiva puo' ''contribuire allo sviluppo di patologie delle corde vocali - aggiunge Lorenzo Pignataro, direttore dell'unita' di otorinolaringoiatria del Policlinico - a causa dello stato di tensione della muscolatura della laringe, del collo e della respirazione che accresce lo sforzo fonatorio''.

Gli esperti hanno anche stilato un Decalogo della voce sana, dove si consiglia di non parlare mai troppo in fretta e fare pause per riprendere fiato; bere 1,5-2 litri di acqua al giorno; non bere troppo caffe', te' o bevande con caffeina; tenere un tasso di umidita' minimo del 40% a casa e in ufficio; non alzare la voce per richiamare l'attenzione; evitare di parlare a lungo in luoghi rumorosi, e al lavoro per farsi sentire da molte persone usare un microfono. Infine non chiamare gli altri da lontano, non parlare durante l'esercizio fisico, e avere abitudini di vita sane. Domenica nell'aula magna della Clinica Mangiagalli ci sara' una giornata di sensibilizzazione.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA