Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Medicina > Festa a Pavia per Vigano' recordman trapianti di cuore

Festa a Pavia per Vigano' recordman trapianti di cuore

va in pensione dopo oltre 1.400 interventi

11 novembre, 20:40
FESTA A PAVIA PER VIGANO' RECORDMAN TRAPIANTI DI CUORE FESTA A PAVIA PER VIGANO' RECORDMAN TRAPIANTI DI CUORE

A festeggiarlo sono intervenuti in tanti, compresi alcuni volti noti del mondo del giornalismo, dello spettacolo e dello sport. Per celebrare il professor Mario Vigano', il recordman italiano dei trapianti di cuore (piu' di 1.400, dal 1985 ad oggi) che dal 1 novembre e' andato in pensione, si sono presentati anche Ferruccio de Bortoli, direttore del Corriere della Sera, Carlo Rossella, presidente di Medusa, Pippo Baudo, presentatore dell'evento che si e' svolto nel pomeriggio nell'Aula Magna del San Matteo di Pavia (intitolata a Camillo Golgi), ed anche Adriano Galliani e Massimiliano Allegri, vicepresidente ed allenatore del Milan, la squadra del cuore del cardiochirurgo pavese.

A ringraziare il professor Mario Vigano', e' intervenuto anche l'ex ministro Paolo Cirino Pomicino che a Pavia, anni fa, si è sottoposto a trapianto di cuore e il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni.

''L'attivita' trapiantologica del professor Vigano' - ha affermato Formigoni - ha ben pochi eguali al mondo: un impegno che ha contribuito a rendere il San Matteo un centro di prestigio internazionale, in particolare in ambito cardiochirurgico''.

A conclusione dei festeggiamenti, il professor Vigano', commosso, ha salutato tutti i presenti. ''In questo momento penso a tre momenti fondamentali della mia vita e della mia esperienza professionale. Nel novembre del 1963 mi rivedo, giovane neolaureato e carico di speranze, in partenza per Parigi per approfondire le mie conoscenze. Nel novembre del 1985 ero in sala operatoria, al San Matteo, per il primo trapianto di cuore a Pavia, il secondo in assoluto in Italia. Nel novembre del 2011 e' la fine della corsa: si e' chiusa la parabola''.

Ma Alessandro Moneta, presidente del San Matteo, ha assicurato questa sera che il rapporto tra l'ospedale di Pavia ed il cardiochirurgo piu' famoso d'Italia continuera'.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati