Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Estetica > Cura del piede, dalla ginnastica alla medicina estetica

Cura del piede, dalla ginnastica alla medicina estetica

Dall'America il vademecum del podologo

07 giugno, 18:04

Per avere dei piedi sani non si può prescindere anche dal benessere delle caviglie, della pianta e del collo (del piede). E' quanto sostiene il podologo californiano Kamran Jamshidinia, esperto nelle operazioni di alluce valgo e dita a martello al Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles. "Occorre anche favorire una buona respirazione della pelle dei piedi - dice Jamshidinia - Per farlo bisogna evitare di indossare calzini in fibre sintetiche, ma solo in cotone e non portare i collant tutti i giorni: il nylon è occlusivo e provoca un'eccessiva sudorazione che indebolisce le unghie". Se le caviglie sono gonfie (la loro circonferenza ideale sarebbe un terzo più grande di quella dei polsi) il podologo consiglia di applicare tutte le sere una crema anti-cellulite e fare qualche esercizio di ginnastica: per esempio, stando sedute, ruotare il piede in un senso o nell'altro oppure da sdraiate pedalare a gambe alzate. Per ammorbidire la pianta del piede l'ultima tendenza è tutta naturale: la pedicure di ultima generazione mette al bando lamette o attrezzi appuntiti, promuovendo a pieni voti soluzioni tutte vegetali, come solo scrub a base di sale marino, olio d'oliva, siero al limone e l'utilizzo di spazzole e lime di cartone. Il collo del piede, invece, deve essere ben levigato e dal colorito ben uniforme. A questo scopo il dottor Jamshidinia suggerisce due volte alla settimana di eseguire un peeling all'acido glicolico e cogico, dalle proprietà sbiancanti, e massaggiare la pelle del dorso con olio e burro vegetali. Quando si indossano i sandali, ricordarsi di applicare una crema solare che prevenga la formazione di macchie solari. All'Hand & Foot Spa di Londra, per dare sollievo alle caviglie stanche si eseguono massaggi con pietre in quarzo e in marmo dalle proprietà rivitalizzanti. Scaldano le pietre in acqua calda a 70 gradi e le appoggiano sulla pianta per rilassare i muscoli e le articolazioni delle gambe i terapisti della Mizu Spa di San Francisco. Sempre in California, alla Oceanic Foot Spa di Foster City, ci si può sottoporre a trattamenti di riflessologia plantare per attenuare il mal di testa e rinforzare il sistema immunitario, mentre in Australia alla Thai Foot Spa di Brisbane si applicano i cerotti Happy Feet Patches per depurare l'organismo e riscaldare la pelle, stimolando la circolazione e favorendo lo smaltimento delle tossine. Ma le stranezze non finiscono qui: la blogger tedesca Karina ha istituito il concorso mensile Miss Perfect Feet. Per partecipare basta postare una foto delle proprie estremità sul sito http://www.missperfectfeet.com/register.php.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA