Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Alimentazione > Gravidanza a tavola durante le feste, attente alle 'P'

Gravidanza a tavola durante le feste, attente alle 'P'

Limitare dolci e carboidrati, sì ai legumi, permesso un brindisi

16 dicembre, 17:25
(ANSA) - ROMA, 16 DIC - E' possibile godersi le feste natalizie a tavola pur essendo in dolce attesa; l'importante è tenere d'occhio alcune regole e non strafare, sempre con buonsenso. Festeggiare quindi sì, ma non dal 24 dicembre al 6 gennaio, bensì limitandosi ai giorni di festa. "Attenzione innanzitutto alle 'P': - dice Filomena Aloisio, ostetrica della Casa di Cura Santa Famiglia di Roma - se per tutti i nove mesi della gravidanza è importante stare attenti a pasta, pane, pizza e patate, durante il Natale bisogna limitare le dosi di panettone e pandoro, ricchi di burro, ma anche di panforte e panpepato, pieni di cioccolato, canditi e frutta secca".

Quest'ultima, ricca di Omega 3, può essere consumata ma in modiche quantità perché ipercalorica; stesso discorso vale per i dolci, da assumere con cautela, mentre via libera a legumi, di tutti i tipi, verdure, carne e pesce. Divieto assoluto a pesce, crostacei, carne e uova crudi; è necessario infatti cuocere tutti gli alimenti e verificarne la provenienza. "No anche ai digiuni - prosegue l'esperta - né prima né dopo un pasto abbondante: preferire piuttosto un pasto leggero, da abbinare a una tisana depurante, ovviamente senza zucchero. Per migliorare ulteriormente la digestione e la circolazione è bene bere tanta acqua e fare qualche passeggiata in più". Ultimo divieto assoluto è quello ai superalcolici, che possono provocare problemi al corretto sviluppo del feto, ma sì a un brindisi, purché sia uno: non c'è cosa più bella che festeggiare l'arrivo del nuovo anno in dolce attesa.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA