Percorso:ANSA > Salute e Benessere > Pediatria > L'ospedale pediatrico Meyer

L'ospedale pediatrico Meyer

15 luglio, 18:30
L'ospedale pediatrico Meyer L'ospedale pediatrico Meyer

L’Ospedale Pediatrico Anna Meyer è una delle più antiche istituzioni fiorentine dedicate all’infanzia. Dal momento della sua costituzione - avvenuta nel 1854 per la donazione del commendatore Meyer - l’Ospedale è cresciuto per tipologia e qualità dei servizi erogati, tanto da accogliere oggi pazienti provenienti da tutta Italia. Da 1995 è gestito in autonomia dall’Azienda Ospedaliera Meyer, in quanto Ospedale regionale ad alta specializzazione.

 


I numeri del Meyer

 



L’Azienda Ospedaliero Universitaria Meyer dispone di 226 posti letto, di cui 50 di day hospital, 7 sale operatorie, 9 sale diagnostiche. E' dotato di una Rianimazione pediatrica con posti letto per cure intensive e sub-intensivei, di una Terapia Intensiva Neonatale, di Trauma Center (unico in Italia) e di un Week Hospital. Sotto il profilo clinico, il Meyer è un punto di riferimento italiano per la cura delle malattie del sistema nervoso, delle malattie dell’apparato digerente e di quelle dell’apparato osteomuscolare e per il trattamento dei pazienti neoplastici. Tra gli ambiti di assistenza clinica e ricerca scientifica di prestigio internazionale, l’AOU Meyer annovera tra l’altro la Neurologia Pediatrica, la Neurochirurgia, l’Endoscopia Respiratoria, l’Oncoematologia e il Centro Trapianti, la Nefrologia, la Gastroeneterologia e l’ampio spettro di Malattie Rare Congenite. Il Meyer è sede di numerosi Centri di Riferimento nazionali per la cura delle malattie rare e metaboliche ed effettua lo Screening Neonatale allargato ad oltre 40 malattie rare (comprese la Tirosinemia di Tipo I e Immunodeficienza congenita difetto di AdA con proprio brevetto) per tutta la Toscana e l’Umbria.


Un ambiente ecocompatibile e a misura di bambino

 



Dal 2007 la struttura è stata trasferita a Villa Ognissanti, ai piedi delle colline di Careggi. Il Nuovo Meyer è stato progettato e costruito con una diversa concezione ambientale, capace di coniugare il risparmio energetico con il contenimento delle emissioni di CO2. Sia nella palazzina originaria sia nel padiglione addossato alla collina, sono state utilizzate una serie di soluzioni che consentono di ridurre i consumi energetici e utilizzare al meglio la luce naturale. Un esempio: per permettere la migliore illuminazione naturale delle camere di degenza sono state adottate tecniche particolari, come i "cappelli di pinocchio" e i "solar tubes". Sistemi che convogliano la luce del sole dall'alto verso l'interno, illuminando ogni camera e ogni ambiente sottostante, compresi le sale di soggiorno, gli spazi gioco e persino gli ambulatori. Un'altra particolarità è la Serra Bioclimatica-Fotovoltaica che funge da spazio d'ingresso e di accoglienza.

Per informazioni

Azienda Ospedaliera Universitaria Meyer

Viale Pieraccini, 24
50100 Firenze
Centralino 055.56621

 

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati