Lectio magistralis Nobel chimica Dubochet a Università Bari

'La scienza deve essere usata per il bene di tutti'

(ANSA) - BARI, 08 OTT - "La scienza deve essere usata per il bene di tutti e non per arricchire pochi". È uno dei passaggi della lectio magistralis tenuta agli studenti del dipartimento di Bioscienze, Biotecnologie e Biofarmaceutica dell'Università di Bari dal premio Nobel per la Chimica 2017, Jacques Dubochet.
    In una sala gremita di centinaia di studenti e docenti e salutato dal rettore Antonio Uricchio, Dubochet, professore emerito dell'Università di Losanna in Svizzera, ha raccontato con ironia la storia dei suoi studi e ricerche, dalla dislessia infantile ai primi saggi pubblicati su ricerche scientifiche internazionali fino al premio Nobel ricevuto con i colleghi Joachim Frank e Richard Henderson, per i lavori svolti sulla microscopia crioelettronica.
    Durante la lezione, dal titolo "A Nobel Prize for electron cryo-microscopy: how and what for", Dubochet ha alternato momenti dall'alto contenuto tecnico e scientifico a messaggi sull'importanza di investire sui giovani, sulla necessità di "fare scienza con coscienza", ricordando che "la scienza è stata uno dei più grandi successi d'Europa e bisogna continuare a investire", per concludere con le note di "Imagine" di John Lennon. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere