Puglia guida progetto europeo 'Talia'

A Bari esperti settore. Capone,costruiamo nuovo futuro

(ANSA) - BARI, 15 MAR - "Siamo contenti che la Puglia sia capofila del progetto 'TALIA' in cui sono coinvolte tante realtà del bacino del Mediterraneo: con loro vogliamo partecipare alla costruzione di un nuovo futuro per quella che è stata per millenni la culla della cultura e della creatività". Lo ha detto l'assessore allo Sviluppo economico e all'Industria turistica e culturale della Regione Puglia, Loredana Capone, intervenendo, oggi a Bari, alla conferenza in cui è stato lanciato il progetto europeo 'TALIA' (Territorial Appropriation of leading-edge lnnovation Actions) che oggi e domani accoglierà a Bari esperti provenienti da otto Paesi europei che si confronteranno sulla costruzione di un modello mediterraneo di innovazione, in grado di valorizzare le politiche e le esperienze regionali di specializzazione intelligente. A beneficiarne, è stato sottolineato, "saranno tutti i soggetti che lavorano nell'ambito della creatività e dell'innovazione sociale, in campi quali la 'sharing economy', la 'cross fertilization', il 'co-working', il tessile e abbigliamento, l'innovazione negli appalti pubblici, l'industria culturale e creativa. "Creatività e innovazione - ha proseguito Capone - sono fonte di crescita sociale e di sviluppo economico. Abbiamo il compito non solo di valorizzare l'immenso patrimonio di creatività del Mediterraneo, ma anche e soprattutto di dar vita a nuove idee e a nuove possibilità di crescita sociale ed economica, per lasciare anche noi un'eredità importante alle nuove generazioni". Finanziato dall'Unione Europea nell'ambito del programma 'Interreg Med' con quasi un milione e mezzo di euro (di cui circa 360mila euro alla Regione Puglia in qualità di 'leader partner'), 'TALIA' coinvolge altri cinque partner in tutta Europa: l'Unione delle Camere di Commercio greche - UHCC (Grecia), l'Istituto Nazionale per la ricerca nelle Scienze Informatiche e per l'automazione - INRIA (Francia), l'Agenzia per lo Sviluppo Economico - PREDA (Bosnia-Herzegovina), il Consorzio per la Società dell'Informazione e della conoscenza Fernando de los Rios (Spagna) e lo European Network of Living Labs ENoLL (Belgio).(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere