Consiglio Puglia: in commissione audizione commissario Arif

Nuovi riscontri alle condizioni di squilibrio gestionale

(ANSA) - BARI, 18 MAG - Nuovi riscontri alle condizioni di squilibrio gestionale dell'Agenzia regionale per le Attività irrigue e forestali sono emersi oggi dall'audizione del commissario straordinario dell'Arif, Domenico Ragno, nella commissione Agricoltura del consiglio regionale pugliese. Ragno ha evidenziato anzitutto che "le entrate raggiungono appena 3 milioni e 600 mila euro" e "che il 92% del bilancio e' impegnato per le spese del personale, a fronte di impiantistica molto datata rispetto alla quale e' stata fatta poca manutenzione ordinaria, mentre quella straordinaria non è stata quasi mai effettuata". Quanto alla gestione della rete irrigua Ragno ha definito "rilevante il problema dei costi di gestione della rete irrigua, con una spesa che negli anni è salita a 20 milioni di euro. Di questi, 5 milioni sono i costi per l'energia elettrica, mentre 9 milioni servono a coprire le spese per il personale, che attualmente è composto da 1.200 unità, a cui si aggiunge quello interinale impiegato nel periodo della stagione irrigua e che negli anni scorsi è arrivato anche a 700 unità". Ragno ha poi chiarito che "l'obiettivo, nell'immediato, è far fronte al problema della distribuzione dell'acqua, per il quale è stato già previsto uno stanziamento di 2 milioni e 100mila euro.
    Questa somma, oltre che a gestire le emergenze, servirà anche a dare attuazione alla programmazione pluriennale di manutenzione degli impianti che l'Agenzia sta predisponendo". Ragno ha inoltre comunicato che sul personale "sta svolgendo verifiche in merito alle segnalazioni riguardanti le assunzioni, per le nuove si farà ricorso alle agenzie interinali e sulla questione dei dipendenti ex Sma è in programma un incontro con l'assessore Sebastiano Leo". Sulla questione degli investimenti che l'Agenzia avrebbe dovuto realizzare grazie alle risorse stanziate dal consiglio regionale, Ragno ha infine chiarito che "le somme sono state impiegate per coprire i disavanzi di bilancio derivati dalla precedente gestione". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere