• Decaro all'ANSA: 'Autonomia non crei gap finanziario e giuridico'

Decaro all'ANSA: 'Autonomia non crei gap finanziario e giuridico'

Il sindaco di Bari e presidente dell'Anci all'ANSA: 'Mi ripresento come sindaco. L'autonomia non crei un gap finanziario e giuridico'

Il sindaco di Bari e presidente dell'Anci Antonio Decaro è intervenuto nel corso di un Forum all'ANSA. Al centro dlel'incontro, i rapporti tra i responsabili delle comunità locali e il governo e l'amministrazione della città.

"Mi ripresenterò come sindaco a Bari - dice - e vado avanti con la coalizione, ampia, che mi ha sostenuto alla prima elezione che comprende anche liste civiche". 

"L'anno scorso - ha detto Decaro - è stato un problema enorme il taglio dei fondi alle periferie, per fortuna il rapporto col premier Conte ci ha permesso di avere una marcia indietro nel corso di una Conferenza unificata. Ho chiesto al Parlamento - ha proseguito - di pensare a una norma che possa mettere in grado di partecipare ai cittadini alle scelte che li riguardano". "l'incontro a Montecitorio è stato molto positivo, abbiamo parlato dei beni comuni e portato le esperienze positive dei Comuni".

IL #FORUMANSA CON ANTONIO DECARO

"Non sappiamo ancora - ha proseguito il sindaco di Bari - quale sarà l'impostazione definitiva del governo sulla riforma delle province, che devono diventare qualcosa di simile alle Città metropolitane. Le elezioni di secondo livello ci hanno permesso di considerare quell'ente più che un ente parallelo ai comuni, un ente nel quale si possono creare compensazioni e specificità".

"Paragono - ha detto Decaro - il lavoro del sindaco a quello del parroco. E' un'esperienza unica. Il sindaco vive le esperienze, gioie e dolori, dei propri concittadini". Quanto al botta e risposta dei giorni scorsi con il ministro Bonafede sul palazzo di Giustizia di Bari, afferma di "Non volevo far polemica col ministro , volevo solo che si occupasse della questione appena eletto. Abbiamo scoperto che quel palazzo purtroppo poteva crollare perché era stato progettato male. Era a rischio crollo senza preavviso e mi ero assunto la responsabilità di tenerlo aperto per non fermare le inchieste. Il ministro mi diede dell'irresponsabile. Qualche giorno fa è emerso un problema perché molti magistrati non vogliono venire a Bari perché è considerata sede scomoda, ci sono più sedi. Ma ora il ministro sta studiando la pratica".

"Noi siamo già come sindaci autonomie locali. L'autonomia però non deve mettere in crisi l'unità giuridica e quella finanziaria del Paese. Non si deve rischiare di aumentare il gap. Non sappiamo ancora bene cosa succederà perchè non vi è ancora un documento strutturato che noi sindaci vorremmo guardare, solo allora esprimeremo un'opinione. La vendita dei beni demaniali da parte del governo deve essere l'ultima scelta. Quei beni devono essere messi a disposizione della comunità alla quale appartengono. Per dirla con Salvini, 'prima i baresi'".

Quanto alla politica nazionale, Decaro rileva che "il Pd vive un momento di difficoltà, le primarie saranno utili. Non farò campagna elettorale perchè sono impegnato in quella con i miei cittadini. Io comunque voterò per Martina". 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
        TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere