Pregiudicato ucciso: c'è un sospettato

Sarebbero state due armi a sparare, una recuperata nella notte

(ANSA) - BARI, 13 MAR - Ci sarebbe un sospettato, sottoposto a stub nella notte, nell'ambito delle indagini sull'omicidio di Antonio Scaglioso, 43 anni, ucciso ieri pomeriggio con colpi di arma da fuoco sotto la sua abitazione in via della Caravella a Catino, a Bari. Gli sviluppi delle indagini sono emersi dopo una lunga notte d'interrogatori, perquisizioni e sequestri condotti della Squadra Mobile per fare luce non solo sull'omicidio ma anche sull'aggressione della cognata della vittima, una donna di 43 anni, colpita al volto e alla testa con una mazza da baseball poco prima dell'omicidio di Scaglioso, raggiunto all'addome da colpi di una pistola semiautomatica. La donna - trovata in un'auto in sosta poco distante dal luogo dell'omicidio - è tuttora ricoverata in ospedale: le sue condizioni non sono gravi. Inoltre, sarebbero state due le armi a sparare di cui una recuperata nel corso della notte dagli agenti della Squadra Mobile, una calibro 7,65. E per questo si ipotizza che le persone che hanno sparato sono state almeno due.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere