Accoltella patrigno dopo lite, arrestata

Nel Tarantino, bloccata dai carabinieri che sequestrano arma

(ANSA) - MASSAFRA (TARANTO), 21 FEB - Al culmine di una lite scaturita da futili motivi, ha colpito all'addome ed al torace con un coltello da cucina il suo patrigno, 60enne, in una casa del centro storico di Massafra (Taranto). Con l'accusa di tentato omicidio è stata arrestata dai carabinieri una 48enne romena, trovata in uno stato confusionale aggravato dall'uso di bevande alcoliche. L'uomo ferito, suo connazionale, è stato soccorso dal personale del 118 e condotto prima all'ospedale di Castellaneta e poi al Policlinico di Bari per essere sottoposto a un intervento di chirurgia toracica. I medici si sono riservata la prognosi, ma l'uomo non è in pericolo di vita. Sul tavolo della cucina i militari hanno trovato e sequestrato un coltello con una lama lunga circa 20 centimetri, ancora intrisa di sangue. La donna ha confermato agli inquirenti di aver colpito il patrigno con due fendenti, giustificando il suo atto come un tentativo di difendersi da un'aggressione da parte dell'uomo che l'avrebbe colpita con due schiaffi al volto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere