Rifiuti, traffico tra Puglia e Africa-Mo

Arrestati tre imprenditori, sequestrate quattro aziende

Un traffico internazionale di rifiuti, anche pericolosi, è stato scoperto dal gruppo Carabinieri forestale di Bari, che ha arrestato per questo tre imprenditori e sequestrato quattro aziende di trasporto.
    L'operazione, condotta con il supporto della Territoriale in esecuzione di un'ordinanza cautelare emessa dal GIP di Bari su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia del Capoluogo pugliese, è scattata all'alba. Arrestati un imprenditore egiziano e altri due di Ruvo di Puglia (Bari) e Andria (Bat), e altre sette persone sono state denunciate a piede libero con l'accusa principale di traffico illegale organizzato internazionale di rifiuti pericolosi condotto tra Italia, Egitto, Iran e Libia. Sequestrate quattro aziende situate a Palo del Colle, Ruvo di Puglia e Andria oltre a diverse decine di mezzi pesanti e a beni per un totale di oltre un milione e settecentomila euro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere