Agguato a Bari, morto un giovane

Nel mirino un 21enne raggiunto da tre proiettili. Una settimana fa l'omicidio dell'agente immobiliare

E' stata utilizzata un'arma di grosso calibro, una calibro 45, per uccidere Christian Midio, il 21enne, morto poco fa nel policlinico di Bari dopo essere stato raggiunto da colpi di arma da fuoco, due al torace ed uno ad un braccio, sparati da persone non ancora identificate mentre si trovava per strada, in via Pellegrino, a Bari. Il giovane aveva precedenti per rapina e spaccio di droga. Il suo assassinio avviene ad una settimana di distanza dall'omicidio di Giuseppe Sciannimanico, l'agente immobiliare incensurato freddato da colpi di pistola che lo hanno raggiunto alla testa e al torace. E questa sera, mentre da piazza Garibaldi sfilava la fiaccolata in memoria di Sciannimanico alla quale hanno partecipato i genitori e la fidanzata di Beppe Sciannimanico, accompagnati dal sindaco di Bari, Antonio Decaro, si è verificato l'omicidio di Midio, soccorso da alcuni passanti e trasportato in auto al policlinico. Secondo una prima ricostruzione fatta dagli agenti della Squadra mobile della Questura di Bari, l'agguato è avvenuto in via Pellegrino, dove il giovane aveva parcheggiato il suo scooter: qui il 21enne si sarebbe accorto del suo o dei suoi aggressori e forse è rimasto ferito. E' fuggito - non si sa se inseguito - ed ha cercato di rifugiarsi in una tabaccheria in via Giulio Petroni, dove poi è stato soccorso e trasportato in ospedale. Non è ancora chiaro se il o i killer siano giunti in moto o in auto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere