Arrestato presunto mandante della strage di Palagiano

Il 17 marzo 2014 furono uccisi il detenuto in semilibertà Mimmo Orlando, la compagna Carla Fornari e il figlioletto di questa Domenico, di quasi tre anni

E' stato arrestato dai carabinieri il presunto mandante dell'eccidio di Palagiano, compiuto il 17 marzo 2014, nel quale furono uccisi il detenuto in semilibertà Mimmo Orlando, la compagna Carla Fornari e il figlioletto di questa Domenico, di quasi tre anni. Illesi rimasero i suoi fratellini di otto e sei anni. Si tratta di Giovanni Di Napoli, detto 'Nino', 60 anni. L'uomo ha precedenti per associazione per delinquere di stampo mafioso. Il movente sarebbe legato a contrasti personali con Orlando. Carla Fornari,hanno spiegato gli investigatori, aveva una relazione con Giovanni Di Napoli, l'uomo arrestato oggi. La donna era sicuramente uno degli obiettivi dell'agguato.

L'agguato fu compiuto in serata sulla statale 106 ionica, a una ventina di chilometri da Taranto, mentre la donna riaccompagnava Orlando in carcere. Nel 2011 era stato ucciso il padre dei bambini, Domenico Petruzzelli. I giornalisti sono stati convocati nella prefettura di Taranto dove, a quanto si è appreso, investigatori e magistrati della Dda di Lecce daranno ragguagli sull'operazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere