Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.

Si avvicina l'apertura di ''Cavallini Style''

Sandro Cavallini, un nome di assoluta garanzia nel firmamento della danza internazionale, sta per inaugurare l'omonimo atelier. Qui ogni appassionato potrà trovare l'abito giusto per la propria tipologia di ballo

Pagine SÌ! S.p.A.

La cura minuziosa dei dettagli per creare un abito unico e spettacolare. La scelta dei materiali più ricercati e confortevoli, come indossare una seconda pelle. L'efficienza di una produzione tutta Made in Italy. Questo, e non solo, è Cavallini Style, un sogno che si avvera.
Ed è finalmente scattato il conto alla rovescia, ancora pochi giorni e sarà possibile ordinare abiti su misura da un autentico fuoriclasse della danza. Sandro Cavallini, già atleta professionista, insegnante e giudice internazionale, conosce meglio di molti altri le esigenze dei ballerini. «L'idea di fare lo stilista è sempre stata un sogno nel cassetto - spiega - sin dagli esordi nel mondo della danza ho sempre curato personalmente il mio look e la scelta dei vestiti. Pettinavo le ballerine, mi preoccupavo del trucco e delle luci. Quindi ho iniziato a fare degli abiti, quasi per gioco, ma la cosa ha avuto un grande successo e così ho deciso di aprire l'atelier Cavallini Style, affiancandolo alla mia attività di insegnante».
Non ha studiato la moda sui libri, è vero. Ma sa valutare pregi e difetti di un ballerino con un colpo d'occhio e disegnare abiti su misura che vengono provati in allenamento per eventuali aggiustamenti e per ricercare la perfezione dei movimenti. Perché un abito deve essere bello, nel senso capace di valorizzare la personalità di un ballerino, ma deve anche essere funzionale e strategico: «nel disegnare un abito non bisogna dimenticare il suo obiettivo - racconta Cavallini - in pista sarà esposto a continue sollecitazioni e deve quindi essere pratico. Senza dimenticare che, a livello agonistico, l'abito è la prima cosa che un giudice nota nel valutare una coppia. Ecco spiegato il suo valore intrinseco che va ben al di là dell'aspetto estetico».
A proposito di estetica e funzionalità, Cavallini sceglie i materiali da una ditta lon-dinese specializzata. Lavora soprattutto con tessuti bielastici, che garantiscono doti allungabili sia in larghezza che in lunghezza e per fare i body sono i più adatti. Poi si varia in base alle esigenze: ad esempio per i bambini sono più adatti colori vivaci, nappe o decorazioni floreali. Oppure una ballerina con uno stile aggressivo avrà un abito capace di mettere in luce la sua grinta. Insomma, ad ognuno il suo. Ma qual è la gestazione di un abito?
«L'organizzazione nel lavoro è fondamentale, in questo ho ripreso la ferrea disciplina che mettevo nella danza. Dopo un colloquio con il cliente, durante il quale confrontiamo le idee su tessuti, colori e linee stilistiche, il lavoro viene realizzato in pochi giorni, massimo qualche settimana, anche grazie ad un'efficiente batteria di sarte», conclude Cavallini. Inoltre Cavallini Style, occupandosi dei maggiori tipi di ballo (dan-ze standard, latino americane, caraibiche e anche abiti da sera) ha una clientela molto variegata: non solo professionisti, ma anche neofiti ed amatori. Al momento non vengono realizzati abiti da allenamento, ma per il resto è impossibile non trovare qualcosa che faccia al caso vostro.
Ed ora dalla lettura di queste poche righe, che da sole non bastano certo a raccon-tare la bellezza del nuovo atelier, sarà possibile passare ai fatti. Contattate Sandro Cavallini e spiegategli le vostre necessità: di certo saprà trovare la giusta soluzione per lanciarvi in pista!

Archiviato in