Consuelenti,ok Bonafede su crisi impresa

Chiarimenti Guardasigilli su ruolo curatore e liquidatore

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 07 FEB - Il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, rispondendo ad un'interrogazione parlamentare di Fi al Senato, ha affermato che la crisi di impresa, "oltre al profilo strettamente patrimoniale e gestionale, coinvolge rapporti di lavoro su cui si basa l'intera struttura aziendale", e "non va dimenticato che l'imprenditore è anche un datore di lavoro, e la professionalità dei consulenti del lavoro trova, peraltro, conferma nell'ampio ventaglio di funzioni che gli stessi possono già essere chiamati a svolgere: ricordo la possibilità di patrocinare vertenze davanti alle commissioni tributarie, di essere nominati commissari liquidatori, o sindaci di società commerciali". Il Consiglio nazionale dei consulenti, soddisfatto, in una nota, evidenzia che fanno già parte della preparazione della categoria "competenze in materia di gestione di crisi aziendali (commissari liquidatori di società cooperative), di certificazione contabile, di rappresentanza e assistenza tributaria presso le commissioni tributarie e presso gli uffici finanziari, di intermediazione telematica fiscale, di revisione contabile". E si sottolinea che le nuove funzioni per i consulenti del lavoro previste dal codice delle crisi d'impresa, approvato dal Consiglio dei ministri del 10 gennaio scorso, "sono state al centro dell'incontro recente tra la presidente dell'Ordine Marina Calderone, e il sottosegretario alla Giustizia con delega alle professioni, Jacopo Morrone", si chiude la nota. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in

        TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: