Terzo settore, commercialisti critici

Decreto correttivo in Gazzetta, 'lavorare a disciplina organica'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 11 SET - Giudizio positivo del Consiglio nazionale dei commercialisti sul decreto correttivo sul Codice del Terzo settore, approdato in Gazzetta Ufficiale, tuttavia, fanno sapere i professionisti, "ora c'è da lavorare per definire una disciplina organica che elimini le ultime ambiguità interpretative, ancora presenti nella legge". Restano, tra l'altro, recita una nota, "alcune perplessità in merito alla disciplina fiscale", perché "la proposta nello schema di decreto in cui si prevedeva la perdita dello status di ente del Terzo settore non commerciale nel momento in cui i ricavi avessero superato i costi del 10% per due esercizi consecutivi, avrebbe rappresentato - spiegano il presidente nazionale dei commercialisti Massimo Miani e il consigliere nazionale delegato alla materia Maurizio Postal - uno strumento di elasticità ed agevolativo per le organizzazioni che si apprestano a scegliere come affrontare le nuove disposizioni del codice del Terzo settore". I vertici della categoria esprimono, infine, l'auspicio che, entro il 3 agosto del 2019, ci sia il completamento operativo della riforma con la creazione e messa in funzionamento del Registro unico nazionale del Terzo settore e l'emanazione dei decreti essenziali per l'operatività degli enti, ad esempio, quelli in materia di bilancio". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in

      TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: