Architetti a governo, città di 'valore'

'Sostituire rendita fondiaria con redditività sociale-economica'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 05 GIU - "Indispensabile sostituire le città progettate sulla rendita fondiaria con le città della redditività sociale e culturale, della generazione di valore e della produzione di lavoro. Anche nel nostro Paese, così come sta avvenendo pressoché in tutta Europa, devono esser messi in atto imponenti programmi di rigenerazione urbana a tutela della qualità della vita, della salute e della sicurezza dei cittadini". Lo afferma in una nota il presidente del Consiglio nazionale degli architetti Giuseppe Cappochin, sul tema - quello delle città del futuro prossimo - che sarà al centro del Congresso nazionale che si terrà a Roma dal 5 al 7 luglio, all'Auditorium Parco della Musica. Rivolgendosi al nuovo governo, l'Ordine professionale sottolinea che "serve rivoluzionare l'approccio fin qui seguito per superare quelle criticità - come l'eccessiva dispersione delle competenze operative e legislative nazionali in materia di governo e di trasformazioni del territorio - che hanno impedito che le politiche di rigenerazione decollassero. Esse sono state, infatti, gravate da eccessivi pesi di natura procedurale, da conflitti di competenze e di attribuzioni tra diversi livelli delle Pubbliche Amministrazioni e da diversi comparti dello Stato, da dispersioni che hanno reso gli interventi sulle città tendenzialmente episodici, non inseriti in una cornice normativa e di principi omogenea e di facile utilizzo e, soprattutto, nella gran parte dei casi, senza un impianto di visione strategica su tutto l'organismo urbano", si chiude la nota.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in