Notartel, 20 anni digitalizzazione notai

5.000 professionisti 'in rete' con Pubblica amministrazione

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 30 OTT - Notartel, la società che ha digitalizzato l'attività notarile, spegne 20 candeline: fondata a Roma nel 1997 dal Consiglio e dalla Cassa nazionale della categoria professionale, è l'azienda informatica del Notariato.
    Dal 1998, recita una nota, "quando è stata sviluppata la Rete unitaria del Notariato, che collega su un'unica piattaforma informatica e mette in contatto con le diverse realtà della Pubblica amministrazione gli oltre 5.000 notai italiani, Notartel è stata artefice di innovazioni decisive per rafforzare il ruolo del Notariato di garanzia e sicurezza per i cittadini"; inoltre, "la conservazione dei documenti digitali, il sistema informatico antiriciclaggio (con oltre 1.400 segnalazioni trasmesse nei primi mesi del 2017), il software iStrumentum con firma grafometrica per la realizzazione dell'atto notarile digitale, il sistema per la gestione delle aste telematiche rappresentano alcuni fra gli ultimi risultati raggiunti", mentre in avvenire si punta alla ricerca e allo sviluppo di nuove tecnologie in tema di sicurezza e gestione dei registri pubblici digitali. Notartel - afferma il presidente Michele Nastri - in 20 anni è cresciuta sviluppando servizi e strumenti capaci di innovare la professione notarile, nella consapevolezza che le possibilità offerte dalla tecnologia sono eccezionali per supportare la professione, ma vanno governate per rappresentare un vero beneficio. Oggi siamo impegnati a sostenere e affiancare la digitalizzazione della Pubblica amministrazione, recependo gli stimoli delle realtà più innovative, come da ultimo nel caso della blockchain" della categoria (il progetto 'Notarchain'), conclude. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in