Tributaristi, modifiche regime 'forfait'

Alemanno (Int), innalzamento limite accesso a 80.000 euro

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 06 NOV - Per quel che concerne il regime fiscale forfettario, il presidente dell'Istituto nazionale tributaristi (Int) Riccardo Alemanno suggerisce, nell'ambito dei lavori sulla manovra economica e sul Decreto fiscale collegato, "un innalzamento del limite ostativo all'accesso relativamente al percepimento di pensione o stipendio superiori ai 30.000 euro annui, proponendo l'innalzamento a 80.000 euro, perché se da un lato può essere giusto mettere un tetto per evitare benefici eccessivi a chi riceve "pensioni, o stipendi d'oro", non si possono certamente ritenere tali i 30.000 euro lordi annui".
    Partecipando, anche nella veste di presidente dell'Osservatorio sulla fiscalità di Confassociazioni, alla conferenza stampa della Confederazione delle associazioni professionali (Confassociazioni), indetta dal presidente Angelo Deiana e coordinata dal direttore generale Adriana Apicella, sulle proposte di emendamenti del mondo professionale associativo alla Legge di Bilancio, Alemanno ha anche parlato della "unificazione di Imu e Tasi", accogliendo "con favore la volontà di semplificare il versamento dei tributi locali sulla casa, ma pure ribadito ciò che aveva esposto in audizione sul tema in commissione Finanze della Camera e cioè che è necessaria sulla casa una maggiore stabilità normativa e che per l'equità occorrerebbe una profonda riforma del catasto", si chiude la nota dei tributaristi. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie