Consulenti tributari, dati certi su Imu

Audizione Ancit in commissione Finanze alla Camera

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 16 LUG - "Una prima semplificazione potrebbe esser quella di introdurre sia una data certa, sia dei dati certi per determinare le imposte", visto che, "nell'ambito della vecchia Imu, dal 2011 ad oggi, andiamo a presentare la possibilità di intervenire quando gli immobili non siano ancora iscritti al Catasto, o addirittura quando l'immobile viene occupato. L'immobile non iscritto al Catasto non è un dato certo ed apre la possibilità di un eventuale contenzioso con gli Enti locali". Ad affermarlo rappresentanti dell'Associazione nazionale dei consulenti tributari italiani (Ancit), questa mattina, in audizione nella commissione Finanze della Camera, che esamina alcune proposte di legge di revisione dell'Imu, l'imposta municipale sugli immobili. Secondo i professionisti, poi, sarebbe opportuno effettuare il pagamento della tassa "con il modello F24, non con i bollettini", poiché così "sarebbe possibile eseguire anche eventuali compensazioni fra crediti e debiti tributari". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in