Anc-Adc, altre 'grane' da e-fattura

Entro 23/4 pagamento imposta bollo, ma necessari altri controlli

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 17 APR - "Entro il prossimo 23 aprile occorre effettuare il pagamento dell'imposta di bollo sulle fatture elettroniche emesse nel primo trimestre 2019", e per ogni contribuente "gli importi dovuti sono resi noti dall'Agenzia delle Entrate all'interno del portale Fatture e Corrispettivi", tuttavia, "sulla base delle segnalazioni di software house e di colleghi, molti degli importi caricati dall'Agenzia delle Entrate non sono corretti e, di conseguenza, i Modelli F24 per il pagamento dell'imposta di bollo hanno somme che non corrispondono a quanto dovuto". A denunziarlo, in una nota, le associazioni dei commercialisti Adc e Anc, evidenziando come, "per uscire dall'impasse, ai colleghi non resta che controllare una per una tutte le fatture emesse dai propri clienti, per ricalcolare manualmente l'importo dovuto, e farlo anche rapidamente, se vogliono riuscire ad effettuare il pagamento nel rispetto della scadenza prevista". Per i sindacati dei professionisti la e-fattura, "una procedura che avrebbe dovuto semplificare la macchina fiscale", invece "sta generando gravi e molteplici disservizi, rispetto ai quali sarebbe opportuno che ci fosse una presa d'atto da parte dell'Agenzia e la conseguente immediata assunzione di misure adeguate", termina la nota.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in