Commercialisti, annullare lo Spesometro

Sindacato Anc, domani scadenza e sistema ancora nel caos

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 04 OTT - Un "vero e proprio delirio", causato dalla "approssimazione con la quale la procedura è stata rilasciata, e del totale disprezzo del lavoro dei professionisti e dei diritti dei contribuenti". Così l'Associazione nazionale commercialisti (Anc) definisce l'attuale situazione dello Spesometro 2017 (la comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute, ndr) e, in una nota, chiede all'Amministrazione finanziaria "l'immediata messa 'off-line' dell'intera procedura, dandone opportuna, ufficiale e motivata notizia", nonché "l'annullamento dell'adempimento per manifesta incapacità dell'Amministrazione nel fornire e nel gestire gli strumenti che essa stessa concepisce". Il termine del 5 ottobre, sottolinea il sindacato della categoria professionale, "è arrivato, e i commercialisti e i loro clienti sono in balia di un sistema che non funziona". Fra i disservizi si segnala che "dal 2 ottobre i file trasmessi vengono scartati dal sistema senza alcun messaggio che ne evidenzi la motivazione", mentre "non è dato sapere se persistano ancora i problemi sulla privacy legati ad indebiti accessi e, paradossalmente (forse per un maldestro tentativo di correre ai ripari), ora si è aggiunta l'impossibilità per taluni professionisti di controllare le ricevute dei propri invii", si chiude la nota. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in