Inarcassa, su redditi iscritti (+4,9%)

Media 32.215 e 20.050 euro nel 2018, effetto ripresa costruzioni

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 18 APR - I redditi e i volumi d'affari di ingegneri e architetti liberi professionisti italiani registrano "un incremento nel 2017 del +4,9%, rispetto all'anno precedente", con la crescita dei guadagni medi annui "più elevata per gli architetti (+5,1%, pari a 20.050 euro), che per gli ingegneri (+4,3%, pari a 32.215 euro)". Lo rende noto Inarcassa, l'Ente pensionistico delle categorie tecniche, dopo l'approvazione del Bilancio d'esercizio per il 2018. Su tale performance, si osserva, "hanno influito positivamente l'andamento dell'economia italiana nel triennio 2015/2017", nonché la "seppur lieve ripresa delle costruzioni" nel Paese. Al 31 dicembre dello scorso anno la platea degli associati "è rimasta sostanzialmente stabile, al confronto col 2017 (+0,4%), con 168.851 iscritti, cui la Cassa garantisce servizi assistenziali, tutela sociale e sostegno alla professione, e 34.192 pensionati"; il gettito contributivo, nel 2018, "è stato pari a 1.081 milioni e le prestazioni istituzionali che hanno raggiunto, nello stesso anno, i 689 milioni". "La solidità dell'Ente - dichiara il presidente di Inarcassa, Giuseppe Santoro - deriva dalla forte coesione dei nostri 'stakeholders' di riferimento: associati, organi statutari e consiliari che ben conoscono le regole della previdenza. Queste, per loro natura, devono vincere la sfida del tempo e tutelare le aspettative degli iscritti, garantendo continuità di applicazione e sostenibilità nel tempo. In un ambito sempre più complesso, nel quale le reti sociali appaiono rivestire un compito importante per fronteggiare gli effetti dei profondi mutamenti che stanno interessando la società, sarà ineludibile continuare a coniugare capacità predittiva e tempestività di gestione nel breve, medio e lungo periodo", conclude. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in