Adepp, bene Ddl su equo compenso

Oliveti, 'redditi iscritti a Casse previdenza -20% in 10 anni'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 20 SET - "Condividiamo l'impostazione del Disegno di legge sull'equo compenso e sulla certezza della ricorrenza della prestazione professionale nella logica della responsabilità civile". Lo dice il presidente dell'Adepp (Associazione degli Enti previdenziali privati e privatizzati) Alberto Oliveti, ascoltato questo pomeriggio dalla Commissione Lavoro del Senato, che sta esaminando il provvedimento che mira a stabilire una giusta remunerazione per servizi e prestazioni forniti dai liberi professionisti alla clientela. "Abbiamo ricordato alla Commissione - aggiunge - che le indagini effettuate dalla nostra Associazione testimoniano un calo importante dei redditi degli iscritti negli ultimi dieci anni, pari quasi al 20%, con grossi 'gap' di carattere generazionale", perché "i giovani guadagnano assai meno dei professionisti 'maturi', così come permane un divario di genere" a scapito delle donne ed uno "geografico", in cui il Sud è in ritardo, rispetto al resto del Paese: nella "assenza di un equo compenso - conclude - riscontriamo la genesi parziale di questi 'gap' reddituali". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in