• CRV - Ciambetti: "Solidarietà al sindaco Conte: le intimidazioni sono metodo mafioso che rifiutiamo"
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - Ciambetti: "Solidarietà al sindaco Conte: le intimidazioni sono metodo mafioso che rifiutiamo"

non le sottovalutiamo ma diciamo che sulla violenza prevale sempre la forza delle idee e della democrazia

CONSIGLIO REGIONALE VENETO

Ciambetti: "Solidarietà al sindaco Conte: le intimidazioni sono un metodo mafioso che rifiutiamo. Non le sottovalutiamo ma diciamo che sulla violenza prevale sempre la forza delle idee e della democrazia"

 (Arv) Venezia, 24 giu. 2019   -  “Grave la minaccia al sindaco di Treviso, anche se non è di certo con questi gesti che si può fermare l’azione del buon governo: questa intimidazione è meschina, vile, classica risorsa e mezzo usato da chi è già predisposto e vocato alla sopraffazione, da chi è l’esatto contrario del democratico, della persona abituata a confrontarsi con gli altri”. Il Presidente  del Consiglio regionale Roberto Ciambetti commenta così la notizia della busta con tanto di minacce indirizzata al sindaco trevigiano e recapitata questa mattina in Comune a Treviso. “La minaccia è grave e non va sottovalutata a maggior ragione in una provincia come quella trevigiana in cui recentemente si sono rifatti vivi i fantasmi del terrorismo eversivo: mai sottovalutare questi fenomeni ma, contemporaneamente, mai cedere al vile ricatto. Diciamo forte e alto che sulla violenza prevalgono sempre la forza delle idee e della democrazia. Non ci lasciamo intimidire e ci stringiamo attorno al sindaco Mario Conte per manifestargli non solo la nostra solidarietà ma l’impegno nel sostenerlo ed essere al suo fianco. I cittadini di Treviso sono con il loro sindaco, sono per la legalità, rifiutano i metodi mafiosi dell’intimidazione, della violenza e della sopraffazione: questi violenti non passeranno”.

 

Archiviato in