COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - Illustrata la Proposta di legge che individua nuove funzioni per Avepa.

Oggi, in Terza commissione consiliare

CONSIGLIO REGIONALE VENETO

Terza commissione - Illustrata la Proposta di legge che individua in Avepa le funzioni di organismo pagatore in agricoltura su più regioni

(Arv) Venezia, 12 giu. 2019   -  Presentato nella seduta odierna della Terza commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto presieduta da Sergio Berlato (Fratelli d’Italia -MCR) - Vicepresidente Graziano Azzalin (Partito Democratico) - alla presenza dell’Assessore regionale all’agricoltura Giuseppe Pan, e ai fini dell’espressione del parere alla Prima commissione consiliare, il Progetto di legge n. 441 di iniziativa della Giunta volto alla modifica della legge regionale n. 31/2001 “Istituzione dell'Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura e ulteriori disposizioni”.

Nel corso dell’illustrazione del Progetto di legge, è stato ricordato il ruolo di Avepa quale organismo pagatore, nell’ambito del territorio veneto, di aiuti, contributi e premi previsti dall’Unione europea e finanziati in tutto o in parte dalla stessa, con il cofinanziamento statale e regionale, nonché, previa stipula di apposita convenzione, di gestore di ogni altro aiuto in materia di agricoltura, sviluppo rurale e di altri fondi, il tutto con modalità che il Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo ha individuato come “esempio di best practice” da replicare anche in altre realtà. La Proposta è volta ad introdurre nella legge regionale n. 31/2001 una serie di novità tra le quali, in particolare, la possibilità di individuare in Avepa le funzioni di organismo pagatore su più regioni o province autonome, come previsto dal D. Lgs. n. 74/2018 che disciplina la riorganizzazione dell'Agenzia per le erogazioni in agricoltura - AGEA e per il riordino del sistema dei controlli nel settore agroalimentare, oppure la possibilità dì concludere accordi e convenzioni dì cooperazione con altri enti e amministrazioni, sia italiane sia europee, per lo scambio dì buone pratiche in materia di erogazione di aiuti e altre attività proprie dell’Agenzia. Durante la presentazione del PDL, la Commissione, per il tramite del Presidente, ha anticipato la formulazione di una nota da inviare alla Giunta regionale affinché, anche alla luce delle eventuali collaborazioni che potrebbero essere richieste da altri enti territoriali, siano comunque assicurate ad Avepa adeguate risorse umane e finanziarie per continuare a garantire i servizi agli utenti veneti.

La Commissione, inoltre, ha espresso all’unanimità il parere alla Giunta n. 416 “Piano di classifica degli immobili del consorzio di bonifica Veronese di Verona: primo aggiornamento”. Il cenno alla materia consortile ha offerto l’occasione per porre, in sede di Commissione, alla presenza dell’Assessore Pan, su stimolo del Presidente Berlato, il complesso tema dei lavori di sfalcio e, in generale, della manutenzione dei corsi d’acqua nel periodo di nidificazione della fauna selvatica, con l’auspicio che siano contemperati gli interessi legati alla sicurezza idraulica, ambientale e statale con le esigenze di gestione faunistica.

La Commissione infine ha dato il proprio via libera all’unificazione dei Progetti di legge n. 426, primo firmatario il Consigliere Stefano Valdegamberi (Tzimbar Earde), e n. 438 di iniziativa del Consigliere Berlato, entrambi rubricati “Disciplina e valorizzazione delle denominazioni comunali”; l’esame della materia è stata pertanto rinviato in attesa dell’armonizzazione dei testi.

Archiviato in