COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - "Interventi recupero, conservazione e valorizzazione patrimonio culturale veneto"

in Istria e Dalmazia. Via libera in Sesta Commissione consiliare

CONSIGLIO REGIONALE VENETO

Sesta Commissione - "Via libera agli interventi di recupero, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale di origine veneta in lstria e Dalmazia"

(Arv) Venezia 29 mag. 2019 -   Nella seduta odierna della Sesta Commissione (che si occupa di istruzione, formazione, lavoro, ricerca, cultura, promozione della legalità, turismo e sport) è stato dato il via libera all’unanimità alla Proposta di Deliberazione Amministrativa n. 96 ‘Programma degli interventi per il patrimonio culturale di origine veneta nell'lstria e nella Dalmazia per l'anno 2019’, di cui all’articolo 7, comma 1°, della L.R. 7 aprile 1994, n. 15 ‘Interventi per il recupero, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale di origine veneta nell'lstria e nella Dalmazia’. In particolare, sono stati finanziati 16 progetti di pubblicazioni, studi, ricerche e gemellaggi, nonché 5 progetti di restauro.

E’ stato votato a larga maggioranza, senza voti contrari, il Progetto di Legge regionale n. 370 della Giunta ‘Interventi per il recupero, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio culturale risalente alla Repubblica Serenissima di Venezia nell'lstria, nella Dalmazia e nell'Area mediterranea’, già illustrato in Commissione e munito del parere della Prima Commissione sulla norma finanziaria. La Legge è caratterizzata dalla volontà di semplificazione della disciplina e degli interventi previsti che, per quanto possibile, vengono aggregati. Strategica diventa la programmazione triennale che deve fissare gli obiettivi fondamentali da perseguire nell’arco temporale, che verranno poi declinati in piani annuali. Viene altresì ampliata l’area di intervento, non limitata solo all’Istria e alla Dalmazia, ma estesa anche ad altre aree ioniche, come il Montenegro, che hanno visto la presenza e l’influenza della cultura veneta. Vengono riviste e adeguate alla legislazione corrente alcune norme di carattere tecnico-amministrativo e viene modificato il ruolo del Comitato permanente per la valorizzazione del patrimonio culturale veneto, che ora avrà solo un ruolo consultivo.

E’ stato rilasciato a larga maggioranza alla Prima Commissione, senza voti contrari, il Parere di competenza sul Progetto di Legge regionale n. 437 della Giunta ‘Prima variazione generale al Bilancio di previsione 2019-2021 della Regione del Veneto’. Si apporta al Bilancio di previsione 2019- 2021 (L.R. 21 dicembre 2018, n. 45 "Bilancio di previsione 2019- 2021") una variazione negli stanziamenti di spesa ritenuta opportuna in relazione all'andamento delle politiche regionali, con particolare riferimento all’esercizio 2019, tenuto conto delle richieste avanzate dalle diverse Strutture regionali.

E’ stato illustrato e votato all’unanimità il Progetto di Legge regionale n. 433, di iniziativa consiliare, ‘Interventi per la conservazione e valorizzazione della casa in cui ha vissuto Giacomo Matteotti, a Fratta Polesine’.  La Proposta di Legge è finalizzata a consentire, principalmente, la realizzazione di interventi di conservazione, manutenzione e valorizzazione della casa di Giacomo Matteotti, onde garantire l'accesso e la fruizione dell'immobile. Si vuole inoltre favorire la realizzazione di iniziative atte a promuovere la conoscenza della figura e dell'opera di Giacomo Matteotti nel contesto storico provinciale, regionale, nazionale e internazionale. Si è ritenuto opportuno, infine, inserire un vincolo di mantenimento in regime di fruizione pubblica dell'immobile. 

E’ stato rilasciato all’unanimità il Parere alla Giunta regionale n. 411 ‘Programma per la celebrazione della Giornata dei Veneti nel mondo per l'anno 2019’. Si tratta di un evento celebrato annualmente in forza della L.R. n. 8/2008, per ricordare ai veneti quella che è stata la grande epopea dell’emigrazione. Negli ultimi anni, sentito il mondo dell’associazionismo veneto, la Giornata è stata svolta sulla Piana del Cansiglio in concomitanza con la Festa dell’Emigrante, a fine luglio, per poter ospitare un gran numero di persone. Gli oneri organizzativi sono a carico della Giunta in collaborazione con l’Associazione Trevisani nel Mondo, che parteciperà alla spesa.

Via libera all’unanimità al Parere alla Giunta regionale n. 413 ‘Iniziative dirette in materia di promozione e valorizzazione dell'identità veneta’, di cui all’articolo 22 della L.R. 14 gennaio 2003, n. 3. Vengono sostenute iniziative ormai consolidate nel nostro territorio, gradite al pubblico, che consentono di approfondire le tradizioni e le storie locali, come la Festa del popolo veneto che viene celebrata il 25 marzo di ogni anno.

Presentato e votato a larga maggioranza, senza voti contrari, il Progetto di Legge regionale n. 360 della Giunta ‘Modifica all'articolo 8 della L.R. 3 agosto 2001, n. 16, ‘Norme per il diritto al lavoro delle persone disabili in attuazione della Legge 12 marzo 1999, n. 68 e istituzione del Servizio integrazione lavorativa presso le aziende ULSS’, e smi. La proposta normativa vuole dare alla Giunta, nel rispetto di determinati vincoli, gli strumenti per contribuire al cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo per questo ambito di programmazione, è finalizzata a favorire la piena attuazione degli interventi previsti dal POR FSE aumentando la quota di cofinanziamento regionale e, al contempo, a individuare una modalità di velocizzazione della spesa del Fondo regionale disabili. Viene utilizzato il canale del Fondo Sociale Europeo (FSE), grazie al fatto che, attraverso l'aumento del cofinanziamento al POR, si realizza anche un aumento del volume annuale finanziario complessivamente destinabile ai programmi destinati all’inserimento lavorativo dei disabili.

 

Archiviato in