COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV - "Approvato il nuovo Prezzario regionale dei lavori pubblici"

da parte della Seconda Commissione consiliare

CONSIGLIO REGIONALE VENETO

Lavori pubblici – “La Seconda Commissione consiliare approva il Parere alla Giunta relativo al Prezzario regionale”

(Arv) Venezia 15 giu. 2017 - Nella seduta odierna, la Seconda Commissione consiliare permanente ha licenziato il Parere alla Giunta relativo al Prezzario regionale dei Lavori Pubblici, aggiornato a settembre 2014, facendo così seguito ai dettami dell’articolo 12 ‘Provvedimenti della Giunta regionale per la realizzazione di lavori pubblici di interesse regionale’ della Legge Quadro sui lavori pubblici (L.R. n. 27 del 7 novembre 2003 ‘Disposizioni generali in materia di lavori pubblici di interesse regionale’) in cui si prevede che la Giunta approvi ed aggiorni periodicamente i prezziari dei lavori pubblici di interesse regionale, che sono vincolanti per i lavori di competenza regionale e costituiscono il riferimento obbligatorio per le amministrazioni che realizzano opere di interesse regionale. La Seconda Commissione ha approvato all’unanimità il succitato Parere alla Giunta, ma con indicazione all’organo esecutivo regionale di prevedere - a parziale modifica del deliberato oggetto di esame - per i lavori pubblici di interesse regionale, di competenza di altri Enti, che i prezzi inseriti nei computi estimativi progettuali possano, previa decisione motivata del progettista, essere aumentati del 15% e diminuiti fino al 25% rispetto al valore inserito nel prezzario regionale. La Seconda Commissione consiliare ha, altresì, votato all’unanimità la presa d’atto della Rendicontazione relativa alla relazione annuale sull’andamento degli appalti pubblici in Veneto, con riferimento all’anno 2015, nei settori dei Lavori, Servizi e Forniture. In particolare, la relazione annuale oggi presentata si basa sui dati presenti negli archivi dell’ANAC – Autorità anticorruzione – che sono stati elaborati dagli uffici regionali con approfondimenti ed interpretazioni di carattere qualitativo, al fine di fornire un supporto adeguato a Stazioni appaltanti ed imprese del territorio. La relazione ha quindi operato una fotografia generale sull’andamento, nell’anno 2015, del mercato degli appalti pubblici in Veneto, attraverso l’analisi dei CIG – codici identificativi di gara – per procedure di affidamento di importo superiore alla soglia dei 40mila euro. I dati elaborati dimostrano come nella nostra Regione si sia registrata, soprattutto con riferimento al settore dei Lavori e Forniture, una significativa ripresa del mercato, con un incremento considerevole della spesa sanitaria e nei settori dell’edilizia, delle infrastrutture, nonché in ambito territoriale ed ambientale.

Archiviato in