COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Sanità toscana, una nuova risonanza magnetica a prova di claustrofobia

Pagine Sì! SpA

Alla Clinica Eko2 di Rosignano Marittimo un innovativo macchinario che offre spazi più ampi, musiche e luci colorate per rendere l’esame diagnostico meno fastidioso. Una tecnologia all’avanguardia che si ritrova anche nelle mammografie e in altri esami specialistici.

Buone notizie per chi tollera poco rumori e spazi chiusi: in ambito sanitario c’è un nuovo strumento per effettuare la risonanza magnetica, che promette livelli di “comfort” mai visti prima. È quello in forze alla Clinca Eko2 di Rosignano Marittimo, fiore all’occhiello della sanità privata, nella provincia di Livorno, e ricca di innovazioni hi-tech, a prova d’ansia e in grado di ottimizzare i tempi d’esame, con risultati migliori degli altri strumenti, ed un minor disagio per il paziente.

“La macchina che abbiamo in dotazione nel nostro centro, per effettuare la risonanza magnetica, è all’avanguardia - spiega il Direttore medico del centro, dott. Roberto Mesolella - ha il tunnel più corto, rispetto a quello delle altre risonanze presenti, ed una miglior illuminazione e ventilazione. Inoltre permette di ascoltare la musica, tramite cuffia, in modo da attutire i classici rumori della risonanza. Ma la peculiarità principale riguarda il diametro del tunnel in cui si accomoda il paziente, che in questo caso è più largo di 20 cm, rispetto ai modelli tradizionali.

Un’ampiezza sufficiente per ridurre il senso di oppressione che durante l’esame può provare chi soffre di claustrofobia o è in sovrappeso. Inoltre consente di velocizzare notevolmente l’esame, poiché in media si sta sui 10/15 minuti, anche con mezzo di contrasto, contro i 30/35 minuti delle risonanze standard”.

Le apparecchiature di ultima generazione, inoltre, hanno permesso di ottenere grandi benefici, anche per quanto riguarda altri esami diagnostici, con risultati mai raggiunti finora. “Un’altra grande novità riguarda la nuova macchina per eseguire le mammografie - spiega il dott. Mesolella. - Il nostro centro è dotato di uno strumento rivoluzionario, presente solo nel 10% delle strutture sanitarie nazionali. Si tratta di un mammografo che permette di ricostruire tridimensionalmente le immagini. Questo permette al medico di individuare con facilità anche la più piccola lesione tumorale, poiché il seno viene analizzato in tre dimensioni e non in due, come invece fanno gli apparecchi tradizionali. In questo modo si potrà intervenire con maggior tempestività e programmare un intervento meno invasivo per il paziente”.

Il nuovo centro di Rosignano Marittimo consta di circa 1200 mq, su due piani: al piano terra trova spazio l’ampia zona diagnostica con Tac e Risonanza (insieme alle rispettive stanze di refertazione), la radiologia, la zona per le ecografie e la sala operatoria per interventi ambulatoriali; mentre al primo piano vi sono gli studi medici per le varie branche specialistiche: dall’ortopedia, alla fisioterapia e riabilitazione.

 

Archiviato in