COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Audiomedical Pistoia, 35 anni nel campo degli apparecchi acustici

Una serie di punti di forza importanti: passione, aggiornamento, informazione, tutto trascinato dalla forza dell’esperienza. Dal marzo del 1982 la storica azienda pistoiese del Dott. Gilberto Ballerini è presente nel mercato delle audioprotesi.

 

Nata nel marzo del 1982 per volontà di Gilberto Ballerini e di Paolo Cianferoni –pensionato dal  2005-  Audiomedical festeggia nel 2017 i suoi primi 35 anni e lo fa con il grande stile che la contraddistingue da sempre, mettendo sempre al primo posto il paziente e le sue esigenze. L'attività applicativa delle audioprotesi è oggi svolta dai tecnici dr. Ballerini e dr. Giuseppe Marazia, mentre l'accoglienza e la segreteria da Elena Maltinti ed Elena Bernardini; quest’ultima si occupa anche della gestione contabile.

Risolvere problematiche uditive per mezzo della migliore tecnologia disponibile sul mercato non è la sola prerogativa per essere un buon tecnico audioprotesista e questo da Audiomedical lo sanno bene. La prima finalità è il raggiungimento del benessere psico-fisico dell'ipoacusico e quindi la sua qualità di vita nella relazione con se stesso e con gli altri. Spesso i taboo relativi all’accettazione dell’ipoacusia sono accettati dal paziente in maniera solo parziale. Audiomedical è sempre pronta a fornire un aiuto al paziente e, eventualmente, alle persone a lui vicine per superare i problemi, oltre che uditivi, di natura sociale.

Da Audiomedical è di fondamentale importanza la personalizzazione. L’udito è un sistema molto complesso, variabile da persona a persona e da un ambiente all’altro. Grazie a esami audiometrici specifici vengono individuate nei pazienti eventuali ipoacusie, corrette utilizzando l’apparecchio acustico più adatto al singolo caso. Data la complessità infatti, anche l’apparecchio acustico più sofisticato deve essere personalizzato, regolato su misura del paziente e considerato lo strumento da utilizzare al meglio in un percorso di riabilitazione acustica per cercare di avvicinarsi più possibile all’udito migliore”.

Archiviato in