COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Chirenti snc di Castri di Lecce: “Vetrate panoramiche che non necessitano di permessi”

Pagine Sì! SpA

“Una delle domande che i nostri clienti o potenziali clienti ci rivolgono è legata alla necessità o meno di avere autorizzazioni comunali speciali per poter procedere con la chiusura di balconi o verande. La bellezza di queste antine paravento prive di profili in alluminio è proprio la loro totale amovibilità, che ne permette un’installazione senza autorizzazioni”.

Queste le parole di Vito Chirenti, amministratore unico della Chirenti snc di Castri di Lecce, da 50 anni impegnato nel settore delle coperture per esterni, che con questa soluzione permette ai clienti di avvalersi del proprio spazio esterno di pertinenza, aumentando la vivibilità della propria abitazione, rimanendo perfettamente in regola con le vigenti norme di legge.

“Non sono le vetrate panoramiche a rendere un balcone un abuso edilizio ma è l’utente che ne trasforma la destinazione d’uso. Se utilizzo, infatti, un balcone o una veranda come tale (anche se coperto con delle vetrate panoramiche) non aumento la cubatura della mia abitazione e non creo un abuso edilizio. Diverso se trasformo un terrazzo in cucina o camera da letto cambiandone la destinazione originaria e aumentando la cubatura della mia abitazione”.

Questa è la differenza che deve essere a tutti ben chiara e che rende le vetrate panoramiche svincolate da particolari richieste di installazioni. “Le nostre vetrate sono dotate anche di certificazione di amovibilità, che consiste in una nostra dichiarazione con la quale certifichiamo che le vetrate possono essere rimosse manualmente senza l’ausilio di strumentazioni particolari”.

Inoltre la versatilità delle vetrate panoramiche le rende anche perfette per condomini o abitazioni a schiera in quanto non ne modificano l’aspetto originale del partito edilizio: possono essere montate senza permessi ma se inserite in un contesto condominiale è buona norma di vicinato farne comunicazione a titolo informativo.

In Italia è bene sottolineare che alcuni Comuni prevedono la necessità di redigere una domanda per l’installazione di queste vetrate panoramiche: una necessità legislativa, è bene ribadire, prettamente comunale e non uguale in tutto il territorio nazionale.

Archiviato in