COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Dal dentista senza paura grazie alla sedazione cosciente

Una tecnica innovativa in grado di mantenere il paziente in uno stato di rilassatezza e ridotta percezione del dolore: «Una pratica controllata, sicura ed efficace - spiega il dottor Stefano Calderoli di Bergamo - che permette di superare lo stress odontoiatrico e di lavorare in tranquillità con un paziente collaborativo e perfettamente a suo agio»

 

Appuntamento dal dentista? Niente paura, c’è la sedazione cosciente. Un’innovativa tecnica in grado di mantenere il paziente in uno stato di tranquillità, eliminare il dolore dell’intervento e farlo rimanere abbastanza cosciente da collaborare alla buona riuscita dell’intervento seguendo i consigli del medico. Una soluzione ideale per tutti coloro, soprattutto i bambini, che soffrono della cosiddetta «paura del dentista» come spiega il dottor Stefano Calderoli dello studio dentistico Calderoli di Bergamo: «La sedazione cosciente è una pratica controllata, sicura ed efficace che permette di superare lo stress odontoiatrico e di lavorare con tranquillità con un paziente collaborativo e perfettamente a suo agio. Oggi, infatti, sono sempre di più i pazienti, bambini compresi, che ricorrono alla sedazione cosciente per diverse cure, dalle lesioni cariose alle devitalizzazioni fino all'implantologia. Tutte pratiche più o meno dolorose che spesso spaventano il paziente al punto di impedirgli di recarsi dal dentista. Questo tipo innovativo di sedazione, invece, può avvicinare il paziente alle pratiche mediche, rendendole meno invasive e dolorose grazie al protossido di azoto indicato per svariati interventi in odontoiatria».

Tutto è ovviamente sotto controllo per rendere più piacevole la seduta: ««Prima della sedazione l’operatore responsabile della procedura controlla la storia clinica del paziente e dopo una visita descrive la procedura da mettersi in atto, non di rado viene fatto provare il protossido d’azoto per alcuni minuti, in modo da tranquillizzarlo sulla sicurezza e piacevolezza della sedazione.

Il paziente rimane sempre sveglio e consenziente. Durante gli interventi in sedazione cosciente non avvengono interferenze negative sui sistemi vitali, anzi l’assenza di stress emotivo, insieme alla somministrazione di ossigeno, assicurano una costante protezione del paziente quando sia affetto da patologie cardiocircolatorie, respiratorie o ad altri organi. L’assenza di percezioni dolorose, assicurata dall’esecuzione di tecniche di anestesia locale indolori, potenti, durature e profonde, accresce il gradimento e l’accettabilità della sedazione cosciente e la fidelizzazione del paziente».

Archiviato in