COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Planet Consulting: incontro a Savona su strategie di promozione on line e tutela della privacy

Pagine Sì! SpA

Lo sviluppo delle tecnologie informatiche e della rete ha portato grandi opportunità per le imprese italiane e, di pari passo, anche una maggiore necessità di tutela dei dati personali e aziendali. Alla luce delle nuove possibilità di promozione sul web ma anche delle recenti normative sul trattamento dei dati,  lunedì 18 novembre a Savona si svolgerà il seminario “Esisti? Promuovere la propria attività nell’era di internet e del diritto alla Privacy”. L’appuntamento è alle 10 presso la Sala Consigliare della Provincia di Savona, in via Sormano 12.  L’incontro è organizzato da Planet Consulting, società di consulenza e formazione per le aziende e dall’associazione culturale Centro Studi Savonese, con il patrocinio della Provincia di Savona e quello previsto dell’Assessorato allo Sviluppo regionale della Liguria, di Confartigianato e Confesercenti di Savona. Parteciperà, tra gli altri, anche il Presidente della Provincia di Savona, Pierangelo Olivieri.

Per la prima volta nel Savonese, alcuni brand leader a livello nazionale nella comunicazione (Pagine Si con la partnership di Ansa e il Sole 24 Ore), un organismo formativo accreditato (Planet Consulting) e uno studio legale  (TDL& Partners) affronteranno la tematica sotto diversi punti di vista: il concetto di web reputation e le prospettive offerte da internet, i sistemi gestionali e professionali e i punti di forza, i limiti e gli aspetti legali connessi alla nuova regolamentazione sulla privacy.

“Il seminario – spiega Max Calzia, consulente di Planet Consulting e “data protection officer” di alcune amministrazioni pubbliche e grandi aziende – nasce da una preoccupazione espressa contemporaneamente da imprenditori, professionisti della comunicazione on line, consulenti aziendali:  il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati dell’Unione Europea e il conseguente decreto legislativo hanno involontariamente frenato la capacità imprenditoriale di molte aziende, soprattutto medio piccole, spaventate dagli investimenti finanziari e dalle possibili responsabilità penali.  Vorremmo fare chiarezza sull’argomento e fugare, in modo concreto, molti dubbi” .

“L’obiettivo è creare una cultura su queste e altre tematiche – continua Max Calzia – e questo potrebbe essere il primo di una serie di incontri in vista della creazione di un nuovo Polo di Sviluppo del Ponente Ligure per aziende e professionisti”. La scelta di Savona è strategica perché la città ligure, che conta circa 60 mila abitanti, sta ricercando una nuova identità post industriale. Chiuse le grandi aziende, stanno emergendo numerose piccole medie imprese, soprattutto nei settori dell’artigianato e del turismo.

Archiviato in