COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Comune di Genova

Accessibilità, i giardini Baltimora alla portata di tutti

Comune di Genova

Inaugurato il percorso accessibile piazza Dante, piazza Ortiz, ascensore via Ravasco e zone limitrofe

E' stata inaugurata dall’assessore alla Legalità e Diritti Elena Fiorini e il presidente del Municipio Centro est Simone Leoncini la nuova accessibilità ai Giardini Baltimora, attraverso il percorso che collega Piazza Dante, Piazza Ortiz e Carignano attraverso l’ascensore di Via Ravasco.

L’intervento è nato dalla necessità di rendere accessibili luoghi pubblici e privati aperti al pubblico in cui sono presenti uffici di notevole importanza per la cittadinanza quali AMT, INAIL, Polizia di Stato, Polizia Municipale, nonché uffici privati aperti al pubblico come CARIGE e Grandi Navi Veloci. Nell’area sono inoltre presenti spazi pubblici adibiti a giardini e giochi per l’infanzia.

I lavori hanno riguardato una zona molto ampia, da Corso Aurelio Saffi a Piazza Dante e da Piazza Sarzano a Piazza Carignano, ora raggiungibile grazie all’ascensore Ravasco che la collega a Piazza Ortiz.

In precedenza erano presenti numerosissime barriere architettoniche, sia fisiche che sensoriali, quali rampe molto ripide, marciapiedi con semafori che ne riducevano l’ampiezza, pavimentazioni non complanari. Mancavano inoltre segnalazioni per non vedenti.

L’intervento permette di restituire alla città un’area interessata da un forte degrado dovuto a scarso utilizzo. I Giardini Baltimora hanno ospitato negli ultimi mesi manifestazioni pubbliche che hanno rivitalizzato la zona e hanno permesso a molti cittadini di fruirne contribuendo a combatterne il decadimento. Ora, con questo ulteriore intervento, l’area sarà raggiungibile con maggiore facilità e ciò aiuterà le azioni intraprese in questi anni dall’Amministrazione comunale.

L’attuale Amministrazione ritiene che l’accessibilità e la fruibilità di luoghi e servizi per tutti i cittadini siano i presupposti per la partecipazione democratica alla vita della società, nel rispetto dei concetti di uguaglianza e di pari opportunità sanciti dalla Costituzione.

In attuazione a quanto previsto nelle Linee programmatiche del Sindaco 2012-2017, la Civica Amministrazione ha lavorato in questi anni per favorire il diritto di accesso e la libera mobilità di tutti i cittadini, promuovendo il superamento del concetto di “accessibilità uguale disabilità” in favore dell’idea di “accessibilità per tutti”: una città più accessibile lo è non solo per coloro che sono diversamente abili, ma per anziani, bambini, mamme con passeggino, persone affette da temporanee inabilità. 

Per questo è stata data una forte accelerazione alle misure per realizzare l'obiettivo, con opere di abbattimento delle barriere architettoniche ma anche con l'adozione di provvedimenti significativi, tra i quali la delibera n. 76/2014 di “approvazione dei criteri di ripartizione e linee guida per l’utilizzo dei fondi destinati all’abbattimento delle barriere architettoniche e localizzative, per opere, edifici ed impianti di competenza comunale e contestuale modifica della composizione commissione barriere architettoniche” e la delibera n. 143/2016 “linee di indirizzo per la predisposizione e la realizzazione del piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche (p.e.b.a.) del Comune Genova”.

Il piano consentirà di avere una mappatura completa e dettagliata, individuando l’elenco degli interventi necessari per eliminare le barriere ancora esistenti in tutti gli edifici e spazi pubblici incluse le scuole, e stabilendo i criteri di priorità per un corretto inserimento nella programmazione dei lavori pubblici e sul piano degli investimenti. 

 

 

Archiviato in