COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Prova costume: ecco i consigli degli esperti del fitness

Sana alimentazione, movimento e riposo: tre regole per affrontare l’estate con una buona forma fisica. Semplici da dire, difficili da applicare. Nelle quali il personal trainer – come ci spiega Giuseppe Bottalico della Virgin Active Roma Balduina – può offrire una spinta motivazionale in più e aiutare a raggiungere più facilmente il risultato.

 

Estate alle porte, cresce il timore della prova costume. Ebbene, i miracoli non esistono. Lo conferma anche l’esperto del fitness, il personal trainer Giuseppe Bottalico, che segue i suoi clienti presso l’esclusivo club di Roma, la Virgin Active Balduina. “Quando inizia a fare caldo, tutti sono preoccupati dalla forma fisica. In tre mesi non riusciremo mai ad avere addome piatto e bicipiti scolpiti. Tuttavia – suggerisce Bottalico –  osservando un corretto stile alimentare e di vita possiamo affrontare l’estate con una forma fisica sicuramente migliore di quella di partenza e prepararci ad affrontare meglio un nuovo anno”.  Regola numero uno, alimentazione sana e corretta. “Noi siamo quello che mangiamo. Immaginiamo che il nostro corpo sia un’automobile  – spiega Bottalico - il cibo è quello che può renderlo una fuoriserie, una macchina da corsa o un qualunque mezzo di trasporto”. Partendo da una buona colazione. “Consiglio – aggiunge - di iniziare giornata con una colazione proteica con pochi grassi e pochi carboidrati, a basso indice glicemico. Ad esempio albume d’uovo, mango, cereali. E’ importante alternare gli alimenti. E proseguire anche il resto della giornata con pasti leggeri ed equilibrati”. Regola numero due, il riposo. “Svegliarsi presto e andare a letto presto la sera – spiega Bottalico – poiché il nostro corpo ha bisogno di tempo per rigenerarsi. Per questo è bene non esagerare con l’allenamento”. E ora veniamo alla regola numero tre, l’allenamento o meglio il movimento. “Se pensate che fare attività ogni giorno sia impossibile, scegliete di farla almeno due o tre volte alla settimana. E’ comunque importante farla e soprattutto rispettare l’impegno che prendiamo con noi stessi. Iniziare ad andare in palestra anche a due mesi dall’inizio dell’estate non è mai tardi, poiché significa innanzitutto far entrare il movimento nella nostra vita quotidiana e trasformarla  in un’abitudine che dobbiamo cercare di portare avanti tutto l’anno”. In questo può essere utile l’assistenza di un personal trainer che può aiutare nell’allenamento personalizzato e offrire assistenza continua, a casa o in palestra, durante lo svolgimento degli esercizi perché siano svolti nel modo migliore e senza causare danni alla salute. “In genere chi sceglie un personal trainer lo fa per diverse ragioni: perché desidera perdere peso, aumentare la propria massa muscolare, accrescere la propria performance in una determinata attività sportiva, ma lo fa anche per non allenarsi da solo, perché vuole sentirsi supportato. Scegliere un personal trainer – conclude Bottalico - significa anche avere una spinta motivazionale in più e raggiungere più facilmente il risultato”.

 

Archiviato in