COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale FATTORETTO Srl

La verità sull’investimento in fondi ESG

FATTORETTO Srl

Guadagnare responsabilmente. Sembra questa la nuova moda nel settore del risparmio gestito, dove sempre più spesso vengono proposti investimenti e fondi etichettati come etici (ad esempio i fondi ESG), attenti a tematiche di responsabilità sociale. Almeno in teoria.

L’espressione fondi etici (o fondi socialmente responsabili) indica quei fondi di investimento che selezionano le azioni e i titoli di Stato seguendo determinati principi morali. Ad esempio, vengono esclusi i titoli delle nazioni che non rispettano le libertà fondamentali e delle società attive in settori controversi, come l’industria del tabacco e quella militare.

Non solo. Per la selezione dei titoli, spesso i fondi etici considerano anche i criteri del rating ESG, detto rating di sostenibilità. Questo certifica la solidità di uno strumento finanziario o di un emittente in base alle performance relative a questioni ambientali, sociali e di governance. ESG è infatti l’acronimo di Environmental, Social and Governance, in riferimento al quale molti fondi etici sono detti fondi ESG.

Presentazione di un investimento ed effettive pratiche responsabili non sempre coincidono. Basti pensare al caso Oracle, colosso della Silicon Valley che da anni fa vanto di aver abbracciato la causa ESG, accusato nel 2019 di discriminazioni nei confronti di alcune categorie di lavoratori.

La questione riguarda potenzialmente tutte le aziende indicate come etiche e quindi inserite nei panieri di titoli dei fondi ESG. Tanto che la SEC (autorità di controllo della Borsa americana) ha messo sotto esame l'industria ESG e inviato ad alcuni gestori di fondi un questionario per approfondire la loro offerta. Lo scopo dell’indagine è verificare la validità delle scelte di portafoglio in ottica ESG e smascherare eventuali fenomeni di "greenwashing" ovvero dipingere come sostenibili, ecologiche ed ESG società che in realtà non lo sono poi così veramente. 

Rischi e rendimenti degli investimenti ESG

C’è poi il tema della redditività. Sì, perché i fondi ESG sono spesso presentati al risparmiatore come prodotti estremamente remunerativi. Per avvalorare questa tesi vengono realizzate, ormai da qualche tempo, ricerche ad hoc finalizzate a dimostrare il miglior rendimento rispetto agli investimenti tradizionali.

Una teoria che però non regge. Innanzitutto, molte di queste analisi prendono in considerazione periodi storici troppo limitati per essere attendibili. E spesso i rendimenti di ETF e fondi ESG sono inferiori a quelli degli indici tradizionali se si confrontano in modo diverso.

Non basta. Ci sono stati periodi in cui prodotti di questo genere hanno registrato performance deludenti. Nei primi anni 2000, ad esempio, alcuni fondi ed ETF legati alle energie rinnovabili erano pubblicizzati come investimenti vantaggiosi. Eppure nel 2008 molti hanno registrato gravi perdite, anche superiori al 70% facendo poi molta fatica a riprendersi rispetto ad altri investimenti meno “etici”.

E lo stesso vale per tanti fondi ed ETF etichettati come ESG. Nel 2018 molti di quelli con i più alti rating di categoria hanno chiuso in negativo e ottenuto risultati peggiori dei rispettivi benchmark generici.

La consulenza finanziaria indipendente di SoldiExpert per investire in modo consapevole

In conclusione, i fondi ESG nonsono sempre i prodotti etici e redditizi che certi gestori vorrebbero far credere. Prima di investire su uno strumento di questo tipo è quindi consigliabile analizzarne a fondo le caratteristiche e i costi (che sono una delle ragioni forti che spingono molte banche e reti a collocare oggi questi prodotti perché consentono loro magari di portarsi a casa anche un 2-3% annuo di commissioni a spese dei risparmiatori). Meglio se con il supporto di uno specialista con una profonda conoscenza nel settore del risparmio gestito e privo dal conflitto di interessi che può consigliare i prodotti meno costosi e se sono opportuni da inserire in un portafoglio magari gestito in modo attivo. 

Dove trovare un interlocutore tanto affidabile? Rivolgendosi a SoldiExpert SCF, una delle principali società di consulenza finanziaria indipendente del Paese. Fondata nel 2001, la società offre servizi di consulenza personalizzata a piccoli e grandi risparmiatori e non è in alcun modo legata a banche e reti di vendita.

Visita subito il sito soldiexpert.com e richiedi un primo colloquio gratuito e senza impegno.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie