COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale PRIMA PAGINA ITALIA

Altilia: “L’intelligenza aumentata a vantaggio delle persone e delle imprese”.

Una innata vocazione verso l’innovazione è il tratto caratteristico di quest’azienda nata nel 2010 come spin-off del CNR. Altilia, una deep tech company che opera nei settori dell’Intelligenza Artificiale, del Machine Learning e dei Big Data Analytics. Una delle prime società al mondo a sviluppare una piattaforma di analisi e gestione dei big data per grandi organizzazioni.

PRIMA PAGINA ITALIA

Rendere fruibili tecnologie complesse anche a persone prive di competenze specifiche, la mission di ALTILIA, che sotto l’indirizzo scientifico dei suoi fondatori, Massimo Ruffolo ed Ermelinda Oro, include nel suo staff più di venticinque ingegneri full stack AI e business solution analyst. Il team è affiancato in Italia da un Advisory Board composto da professori universitari e ricercatori nelle aree scientifico-tecnologiche di interesse della società, e negli USA da consulenti di grande esperienza per il marketing strategico e per le vendite.

Altilia si propone ai clienti come partner nella costruzione della loro AI-driven strategy con l’approccio tipico dell’open innovation, che conferisce alle organizzazioni l’agilità richiesta per innovare e automatizzare processi anche molto complessi in ecosistemi digitali eterogenei. Insieme alle tecnologie più avanzate Altilia offre, infatti, i servizi professionali di un team altamente qualificato nell’analisi dei bisogni in specifici domini verticali e nella progettazione di cutting-edge solutions, capaci di sfruttare e integrare in modo proficuo pacchetti acquistati “a scaffale” e applicazioni custom, attivando un percorso di digital transformation efficace, che minimizzi il TOC anche grazie a modelli “software-as-a-service”.

Dott Ruffolo, quali sono quindi i vantaggi per i clienti dell’utilizzo delle vostre tecnologie?

Le tecnologie di ALTILIA permettono alle organizzazioni di comprendere più a fondo – e più velocemente – i clienti, il mercato, la concorrenza e tutte le entità fondamentali del proprio business, sostenendo i processi di decision making con informazioni di reale valore che migliorano la capacità di competere, massimizzano la redditività e ottimizzano i costi.

 

Cos’è la piattaforma “Altilia Augmented Intelligence”?

È tra le tecnologie più avanzate di gestione automatica e congiunta di dati multi-strutturati provenienti da sistemi enterprise o dal Web. Basata su metodi e algoritmi proprietari brevettati a livello internazionale e implementati su framework open source, la piattaforma abilita una stretta cooperazione tra uomo e macchina, fatta di continua interazione e feedback reciproco, che conduce gli algoritmi ad automatizzare funzioni cognitive finora prerogativa esclusiva dell’esperto umano. Si tratta del cosiddetto paradigma “human-in-the-loop AI”, che permette di supportare le imprese di qualsiasi settore con soluzioni di cognitive automation e mission-critical insights che facilitano la trasformazione digitale e l’automazione dei processi di business, liberando energie umane di maggior valore strategico per le organizzazioni.

Le vostre tecnologie si adattano a qualsiasi cliente indipendentemente dal settore e dimensione?

Le soluzioni AI sviluppate da Altilia on top della piattaforma di Augmented Intelligence sono modulari e flessibili, quindi adattabili a qualsiasi tipo di organizzazione. Esse gestiscono volume e complessità di dati tipici e alternativi per offrire risposte accurate e profonde alle persone giuste, al momento giusto e con la giusta evidenza. Le attività di raccolta e armonizzazione di dati eterogenei, la creazione dei training set, l’apprendimento, test e validazione dei modelli di machine learning, il rilascio in produzione, l’utilizzo il monitoraggio e l’aggiornamento continuo dei modelli stessi, vengono semplificati e resi agevolmente scalabili a livello enterprise. Importante fattore di successo dei progetti di trasformazione digitale guidati da Altilia è proprio il modo in cui l’innovazione contamina l’azienda a tutti i livelli secondo il criterio “think big, start small”: da un progetto di cognitive automation pilota, validato su un singolo processo particolarmente strategico, si scala verso processi sempre più ampi e complessi che coinvolgono l’infrastruttura tecnologica e i comportamenti organizzativi, fino a determinare una nuova cultura aziendale realmente AI-driven.

Chi sono i vostri clienti ed i potenziali clienti?

Altilia si rivolge in particolare a medie e grandi imprese del mercato italiano e nord-americano. Negli ultimi anni ha acquisito clienti in diversi settori come: servizi finanziari (banche e assicurazioni), online retail, telco, utility, oil & gas, media e comunicazioni, agricoltura, salute. Di recente la società si è concentrata su grandi clienti del mondo fintech e commerce, ottenendo un’ampia visibilità nazionale e internazionale che la colloca tra i più importanti player nel settore Big Data e Artificial Intelligence in Italia e all’estero.

Del tutto in linea, quindi, il nutrito palmares di riconoscimenti che attesta l’importante know-how tecnologico di ALTILIA:

Vincitrice nel 2011 del premio "Quantica" nello startup contest “Premio Nazionale dell’Innovazione – Working Capital” promosso da Telecom Italia a Torino, nel 2012 Altilia è stata finanziata in equity per 2,6 milioni di euro dal ventur capitalist Principia SGR. Ad aprile 2013, nell’evento internazionale “Enterprise Data World” di San Diego (CA, US) la società è stata riconosciuta tra le otto aziende più innovative del settore Big Data e nel 2016 la rivista americana CIOReview l’ha inserita nella lista dei "100 Most Promising Big Data Solution Providers". A settembre 2019 Altilia è stata vincitrice di “Harmonic Innovation Contest” (HIC), evento promosso da NTT DATA, Oltre Open Innovation Hub, Università della Calabria e Fondazione Bruno Kessler per la valorizzazione di progetti innovativi che, attraverso la trasformazione digitale, siano capaci di generare ricadute significative a vantaggio dell’uomo, in ambito sociale e ambientale.

Arrivati a questo punto non possiamo che chiedere al Dott Ruffolo quali sono le novità in cantiere per il 2020 ormai prossimo?

Altilia ha in obiettivo un percorso di internazionalizzazione di cui ha già da tempo gettato le basi per quanto riguarda gli Stati Uniti, dove sono attive delle partnership per il business development a New York e Seattle. Lo scorso settembre la società ha invece avviato relazioni di networking con interlocutori canadesi, in occasione del primo Forum Italia-Canada sull’intelligenza artificiale organizzato dalla Camera di Commercio Italiana in Canada. Siamo certi che queste collaborazioni offriranno grandi opportunità di consolidamento commerciale in nordamerica e si spera di finanziamento.

altilia.ai

Redaz PPI

Archiviato in